Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità

Condizionatori spenti in comune, dipendenti costretti a lavorare al caldo

La denuncia della Cisl: "Gravi rischi per la salute degli impiegati"

Le temperature in Municipio sono roventi. Lo segnala la Cisl Fp di Caserta in una nota inviata a Palazzo Castropignano in cui si chiede un intervento urgente per il ripristino della climatizzazione negli uffici "per rimuovere il rischio a cui sono esposti i lavoratori". 

Nella missiva, firmata dal segretario generale Franco Della Rocca, si evidenzia come "le temperature elevate all'interno degli uffici rendono difficile la concentrazione e la produttività dei dipendenti, oltre a rappresentare un grave rischio per la salute". L'esposizione prolungata alle alte temperature di questi giorni, infatti, starebbe "causando seri problemi di salute, tra cui stress termico, disidratazione e colpi di calore". 

Una situazione che sarebbe "ulteriormente aggravata dal fatto che gli uffici comunali sono spesso affollati e privi di adeguata ventilazione". Di qui la richiesta di ripristino dell'impianto di climatizzazione avvisando che "il protrarsi dell'inerzia comporterà iniziative sindacali che i dipendenti attueranno", conclude la nota della Cisl. 

"L'immobilismo dell'amministrazione Marino è talmente grave da "costringere" l'opposizione ripetere denunce già fatte - sottolinea il consigliere di Fdi Pasquale Napoletano - Denunce cadute nel vuoto, anche quando "vittima" di questo immobilismo è quella "macchina comunale" dal sindaco e dalla sua maggioranza tanto decantata. Anche quest'anno, con le temperature del caldo al massimo, i dipendenti comunali sono costretti a lavorare in condizioni di salute che immagino non siano mai pervenute a istituti e organi di controllo che dovrebbero tutelarle. Se intervenissero, il Comune dovrebbe chiudere "per caldo". Anzi, rimarrebbero "funzionanti" gli uffici del sindaco e di assessori e dirigenti ovviamente dotati di impianti di aria condizionata. Una situazione che denuncia pure il sindacato interno più rappresentato, la Cisl. Questo è il Comune del "buon governo" di Marino e della sua giunta. "Congelata" e lontana da ogni rabberciato rimpasto, mentre i lavoratori del Comune sono "al caldo"", conclude.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condizionatori spenti in comune, dipendenti costretti a lavorare al caldo
CasertaNews è in caricamento