rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Attualità

Cinema all'aperto nell'estate del Macrico

La proposta del Comitato alla neonata fondazione

Cinema all'aperto nel Macrico. E' la proposta che arriva dall'assemblea pubblica che il Comitato Macrico Verde e l'ufficio Oltre Quel Muro hanno convocato presso i cortili delle case popolari di via Trento. 

Durante l'assemblea, sono emerse diverse proposte per la diffusione ulteriore del questionario "Macrico un sogno in comune", compilato già da circa 1000 persone. "Abbiamo inoltre condiviso alcune proposte di iniziative pubbliche che nel mese di luglio si terranno nel Macrico: un momento di pulizia dell'ingresso dell'area e la proiezione di un film facente parte della rassegna cinematografica gratuita "Cinema in Erba"", fanno sapere dal Comitato.

Il Comitato ha salutato con favore la nascita della fondazione per il Macrico "Casa Fratelli Tutti" che ha visto la nomina - nel comitato scientifico - anche di Virginia Crovella, Maria Carmela Caiola (portavoce del Comitato) e suor Rita Giaretta oltre che del presidente di Legambiente Gianfranco Tozza, da sempre attivo sul fronte del Macrico Verde in seno al comitato che si dice "consapevole della coraggiosa originalità che la proprietà e la diocesi stanno intraprendendo con la Fondazione e non farà mancare il proprio sostegno ad una impresa socialmente rilevantissima e contemporaneamente complessa - si legge in una nota - A tal riguardo avanziamo alla Fondazione una prima richiesta già presentata in passato e poi ribadita mesi fa al vescovo Lagnese e al presidente don Giannotti. In attesa della progettazione completa e dei successivi lavori proponiamo di rendere fruibile da subito un primo quadrante del ex Macrico dove non insistono edifici e che con piccoli interventi di messa in sicurezza e di giardinaggio potrebbe divenire già un parco aperto a tutti. Si tratta del quadrante tra via  Medaglie d'oro e via Unità italiana. Sia per la realizzazione delle opere necessarie sia per un certo numero di ore di apertura quotidiana le associazioni di Macrico Verde possono da subito garantirne la gestione e rendere così concretamente fruibile il primo parco pubblico di Caserta. Sarebbe un evento storico che la Città attende invano da tempo e che non avrebbe alcun costo. Siamo certi che squadre di nuovi volontari sorgerebbero subito e si aggiungerebbero alle associazioni di Macrico Verde. Una impresa come quella che la Fondazione si propone ha bisogno della massima partecipazione di tutti". 

"Auguri di buon lavoro ai componenti del Consiglio d’Amministrazione e del comitato scientifico della ‘Fondazione Casa fratelli tutti’. La costituzione della fondazione va salutata come un significativo passo in avanti da parte della Diocesi di Caserta nella realizzazione di quel processo di rigenerazione dell’area ex Macrico che i casertani attendono da tanto. Siamo certi che i componenti dell’organismo lavoreranno con la professionalità e l’attenzione che si conviene a un’iniziativa di così grande importanza per il territorio. Il nostro ringraziamento, come sempre, va al vescovo monsignor Lagnese per la concretezza con la quale, nell’interesse dei casertani, sta portando avanti il progetto dopo anni e anni di inerzia delle amministrazioni comunali". Così il capo dell’opposizione di centrodestra in Consiglio comunale a Caserta, Gianpiero Zinzi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinema all'aperto nell'estate del Macrico

CasertaNews è in caricamento