rotate-mobile
Attualità Maddaloni

Il ricordo delle foibe e la promessa di realizzare un luogo della "memoria collettiva"

Il sindaco De Filippo accoglie positivamente la proposta di "Riscossa" e delle associazioni "Alberto Tixon" e "Maddaloni Donna"

Nella mattinata di ieri (domenica 13 febbraio), le associazioni “Alberto Tixon” e “Maddaloni Donna” insieme al movimento politico “Riscossa di Maddaloni” hanno reso omaggio alle vittime delle foibe. In piazza della Vittoria, al monumento ai Caduti, diversi cittadini hanno preso parte alla manifestazione. Dopo aver ascoltato l’inno di Mameli, ha preso la parola il presidente dell’associazione “Alberto Tixon” Antonio Cembrola che ha ricordato non soltanto i martiri delle foibe, ma ha anche sottolineato l’inutilità di una certa polemica avanzata da una parte politica su queste violenze.

Cembrola ha poi annunciato la proposta al sindaco di Maddaloni di individuare un’area comunale da dedicare alla “memoria collettiva”, un luogo dove ricordare tutte le vittime dei genocidi, degli olocausti e della pulizia etnica. Successivamente è intervenuta la presidente di “Maddaloni Donna” Angela Cipullo che ha ripercorso la dura strada che ha fatto riemergere la tragicità delle foibe e l’ottusità di una certa politica a non voler considerare giusta e necessaria la commemorazione di queste vittime.

Ha preso la parola poi il sindaco di Maddaloni Andrea De Filippo che ha accettato di buon grado la proposta di un luogo della “memoria collettiva” e ha ribadito come sia necessario ricordare le vittime, i cittadini che hanno perso la vita per le violenze dei tre mali del secolo scorso: nazismo, fascismo e comunismo. Dopo gli interventi i due presidenti ed il sindaco hanno deposto un omaggio floreale alla base del monumento ai caduti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ricordo delle foibe e la promessa di realizzare un luogo della "memoria collettiva"

CasertaNews è in caricamento