rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità Casal di Principe

Un centro contro la violenza per le donne nel bene confiscato alla camorra

Un progetto da due milioni di euro che sarà completato entro il 2026

In un bene confiscato alla camorra sorgerà un centro dedicato alle donne vittime di violenza. Si tratta di un immobile appartenuto a Giuseppe Setola, sanguinario killer dell’ala stragista dei Casalesi. Il centro sarà dedicato a Domenico Noviello, imprenditore ucciso dalla camorra perché denunciò esponenti della cosca che gli chiesero il pizzo. 

Un progetto, come riporta l’Ansa, che sarà realizzato nella struttura di via Cardarelli. Lavori, per due milioni di euro, che termineranno nel 2026. "Ho mantenuto la promessa", ha detto in sindaco Renato Natale, che ha poi consegnato ai candidati alla fascia tricolore per le prossime amministrative, Marisa Diana, Antonio Natale, Ottavio Corvino, Elisabetta Corvino e Lia Caterino, un decalogo di impegni sui temi della legalità e della trasparenza, nel segno di Domenico Noviello. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un centro contro la violenza per le donne nel bene confiscato alla camorra

CasertaNews è in caricamento