Centro sociale con parco giochi sul bene confiscato alla camorra

Aggiudicati i lavori, nelle prossime settimane si partirà: interventi per 100mila euro

Un centro sociale per giovani e famiglie, con bistrò e parco giochi che sarà realizzato in un'area confiscata alla criminalità organizzata. Nelle prossime settimane partiranno anche i lavori perché l'amministrazione comunale di San Cipriano d'Aversa, guidata dal sindaco Vincenzo Caterino, ha affidato gli interventi, dopo una regolare procedura, all'impresa 'Mediterranea' di Teano che ha offerto un ribasso importante, del 38%, per lavori che costeranno quindi all'Ente 55mila euro. 

Il Comune infatti risulta beneficiario di un contributo di 100mila euro nell’ambito dei fondi regionali per "nuovi interventi per la valorizzazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata”. Per tutti quegli interventi che possano "favorire la realizzazione di progetti di riutilizzo sociale dei beni confiscati presenti sul territorio regionale, qualificati e diversificati, sostenibili nel tempo e capaci di favorire positive ricadute sociali, economiche e occupazionali attraverso la definizione e la strutturazione di reti e distretti di economia sociale e solidale". 

Il parco giochi sorgerà, così come previsto nel progetto definitivo-esecutivo, in via Nino Bixio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Blitz di Luca Abete, scoperta scuola che offre punteggio ai prof in cambio di soldi I VIDEO

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Caserta perde un pezzo di storia, "Dischi Sgueglia" chiude dopo 65 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento