rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Attualità San Tammaro

Centro di monitoraggio ambientale nel Real Sito di Carditello

La soddisfazione del sindaco D'Angelo: "Importante passo in avanti nel contrasto di quella che è una vera e propria piaga per la nostra comunità e per la Terra dei Fuochi"

Il Real Sito di Carditello ospiterà il Centro di monitoraggio ambientale della Campania. Lo ha deciso la Regione che ha sottoscritto l'accordo con la Fondazione Real Sito di Carditello per dare vita a questo importante progetto. Un risultato che premia gli sforzi della Fondazione e del Comune di San Tammaro nell'ambito del riscatto sociale, ambientale e di legalità della storica struttura che per troppi anni è stata simbolo di degrado e oggetto di azioni criminose.

Grande è la soddisfazione del sindaco di San Tammaro Vincenzo D'Angelo per questo importante risultato raggiunto: "La sottoscrizione del Protocollo d'Intesa tra la Fondazione Real Sito di Carditello e la Regione Campania per realizzare il Centro di monitoraggio ambientale nella storica Reggia è un importante passo in avanti nel contrasto di quella che è una vera e propria piaga per la nostra comunità e per la Terra dei Fuochi". Il progetto da 7 milioni di euro permetterà di realizzare un sistema informativo ambientale, di potenziare le rilevazioni aeree mediante droni e l'utilizzo di immagini satellitari, di installare impianti di rilevazione di polveri sottili in aree critiche e di utilizzare apparecchiature di campionamento ed analisi di corpi idrici e contaminanti del suolo.

"Un polo all'avanguardia nel contrastare l'inquinamento ambientale attraverso la raccolta di dati e l'utilizzo dell'intelligenza artificiale. Per quel che mi riguarda - sottolinea D'Angelo - non posso che essere assolutamente soddisfatto di avere a San Tammaro, all'interno del simbolo della nostra cittadina e che tanto rappresenta in termini di legalità, riscatto e positività, una struttura di questo tip".

Il primo cittadino poi aggiunge: "Il tema dell'ambiente, nonché della transizione ecologica e dell'economia circolare e rigenerativa sono fondamentali per la nostra amministrazione e rappresentano progresso e miglioramento della vivibilità per i cittadini. Proprio in tale ottica ci siamo già attivati per tempo stringendo accordi con Sma Campania per monitorare il territorio contro sversamenti e roghi sia con delle telecamere installate in zona Carditello sia attraverso due colonnine per misurare la qualità dell'aria. Un controllo a 360 gradi in una zona che per troppi anni è stata danneggiata e mortificata".

Per il primo cittadino San Tammaro merita di più e l'allestimento del Centro di monitoraggio ambientale nel Real Sito di Carditello non può che essere un primo fondamentale passo verso un futuro migliore e sicuramente più sano per tutti. "Ho sentito il presidente della Fondazione e rappresentanti del CDA, a loro la piena disponibilità mia e della mia amministrazione per qualsiasi forma di sinergia necessaria al miglioramento del nostro territorio", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro di monitoraggio ambientale nel Real Sito di Carditello

CasertaNews è in caricamento