rotate-mobile
Attualità

Caso Scurati, maggioranza boccia proposta Graziano: "Deriva autoritaria in Rai"

Il capogruppo Pd aveva chiesto l'audizione in commissione Vigilanza del direttore Corsini e della conduttrice Bortone

Non saranno sentiti in commissione di Vigilanza Rai il direttore della sezione 'Approfondimento' Paolo Corsini e della conduttrice di 'Che sarà', Serena Bortone, sulla mancata partecipazione di Antonio Scurati alla trasmissione di Rai3. 

La maggioranza ha votato contro, con la motivazione di voler attendere l'esito dell'indagine interna, alla proposta del capogruppo Pd in commissione di Vigilanza, Stefano Graziano. La richiesta, era stata appoggiata da tutta l'opposizione mentre si erano opposti i partiti di maggioranza. La presidente Barbara Floridia ha deciso quindi che l'audizione dovesse essere sottoposta alla commissione in seduta plenaria con lo stop che è arrivato nella giornata di oggi. 

"Il caso Scurati è uno scivolone pesantissimo che segnala una deriva autoritaria in Rai senza precedenti - commenta Graziano - Non è che in passato non ci siano mai stati errori ma qui siamo passati ad una logica in cui l'occupazione prevale sull'impegno a fare servizio pubblico. È un declino cui nessuno sembra porre rimedio". 

In una nota, i parlamentari dem chiedono "un'istruttoria senza sconti sul caso Scurati, ci pare che i 'motivi editoriali' della cancellazione del suo monologo parlino da soli. E chiediamo l'audizione in Commissione della conduttrice Serena Bortone, che ha denunciato la censura e per questo è sotto attacco della destra, e del direttore approfondimento Rai Paolo Corsini. Basta con Telemeloni", si legge.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Scurati, maggioranza boccia proposta Graziano: "Deriva autoritaria in Rai"

CasertaNews è in caricamento