rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Attualità Cellole

Baia Domizia bandiera blu, il sindaco commosso: "E' un sogno che si realizza"

Per la prima volta nella storia un comune casertano ottiene il riconoscimento per il mare. Esulta la politica da Zinzi a Cerreto e Cangiano

La notizia del conferimento della Bandiera Blu a Cellole fa esultare la politica.

"Stiamo piangendo, è un sogno che si realizza - commenta il sindaco di Cellole Guido Di Leone - Siamo Bandiera Blu. Il comune di Cellole è bandiera blu. Baia Domizia è bandiera blu. Baia Felice è bandiera blu. Per la prima volta nella storia della Provincia di Caserta, un Comune ottiene il riconoscimento internazionale della Bandiera Blu. Questa deve essere una vittoria di tutto il territorio. Siamo a Roma, ci portiamo la Bandiera a casa, tra pochi giorni sventolerà su tutto il Comune, ma ora vi giuro che l’emozione è fortissima. Cellole ha vinto", conclude. 

"Una gioia immensa. Da oggi sul mare di Baia Domizia sventola la bandiera blu. È un risultato che viene da lontano, frutto di un lavoro sinergico tra la Provincia di Caserta ed il Comune di Cellole, al quale vanno le mie congratulazioni, a partire dal sindaco Guido Di Leone e dal vicesindaco e consigliere provinciale Giovanni Iovino". Commenta così il presidente della Provincia, Giorgio Magliocca, il riconoscimento ottenuto dal Comune di Cellole con le spiagge di Baia Felice e Baia Domizia, assegnato dalla Foundation for Environmental Education (Fee) ai Comuni rivieraschi e agli approdi turistici più meritevoli in Italia. Le Bandiere Blu 2024 sono state annunciate nel corso di una cerimonia di premiazione svoltasi a Roma presso la sede del Cnr, per la trentottesima edizione della speciale classifica.

"La scorsa estate avevamo ribadito più volte che il traguardo non era così lontano. Lo avevamo intuito dalla soddisfazione di bagnanti ed operatori del settore – prosegue Magliocca - che ci avevano riconosciuto il gran lavoro fatto dall'inizio della stagione balneare: dai controlli ai depuratori comunali e delle aziende private all'incessante attività dei due battelli spazzamare. E i risultati si vedevano già ad occhio nudo. E poi un litorale vivo ed ottimi servizi, una stagione turistica da incorniciare con tanti eventi che hanno richiamato migliaia di turisti. Ma non ci fermeremo proprio adesso, anzi. Le attività di pulizia e salvaguardia dei nostri mari - conclude il presidente della Provincia - Saranno addirittura incrementate. Dopo il successo della sperimentazione dello scorso anno, a breve ripartiranno le attività di pulizia e monitoraggio delle acque litoranee attraverso i cosiddetti “battelli spazzamare”, specializzati in operazioni di antinquinamento e disinquinamento in mare e quest’anno installeremo anche moderne barriere blocca-plastica alle foci dei fiumi Garigliano e Volturno. Un grande impegno per la tutela del nostro mare".

"Felice che Cellole, per la prima volta nella storia, abbia ricevuto la Bandiera Blu 2024 per Baia Domizia e Baia Felice. Riconoscere che nella provincia di Caserta ci sia un mare eccellente è una notizia che ci riempie di orgoglio. Una vittoria per tutta la comunità e per l'amministrazione comunale di Cellole guidata dal sindaco Guido Di Leone che sta dando prova di grande capacità nel preservare e valorizzare le nostre splendide coste che tanto hanno da offrire ai turisti. Notizie come queste devono motivare a proseguire nel buon lavoro fatto fino ad oggi". Lo dichiara il deputato campano
della Lega Gianpiero Zinzi.

"Arriva una notizia che riempie il cuore di gioia. Il Comune di Cellole, Baia Domizia e Baia Felice, sono Bandiera Blu relativamente alle acque e alla loro balneabilità - commenta il deputato di Fdi GImmi Cangiano, vicepresidente della commissione Ecomafie - Un risultato straordinario. Storico. Perché è la prima volta che una località costiera casertana riesce ad ottenere un riconoscimento così importante. Un riconoscimento sicuramente frutto di un lavoro che viene da lontano. Perché la Foundation for Environmental Education (FEE) che assegna questo riconoscimento, ha ben 32 criteri molto selettivi e stringenti e soprattutto prende in considerazione solo quelle località che negli ultimi 4 anni hanno avuto un livello del proprio mare e delle proprie acque eccellente. Complimenti all'Amministrazione Comunale del sindaco Guido di Leone, che ci ha trovato sempre al suo fianco. Complimenti ai cittadini, agli operatori turistici e balneari, ai commercianti che non hanno mai smesso di credere nelle potenzialità di questo pezzo del nostro meraviglioso litorale. Essere parte integrante di un elenco in cui ci sono le più rinomate e gettonate località turistiche ci riempie di orgoglio. La Provincia di Caserta non è più solo Terra dei Fuochi. Ma anche e soprattutto Terra di mare. Di sole. Di bellezza e di vita", conclude Cangiano.

Sulla stessa lunghezza d'onda anche Marco Cerreto, deputato e candidato alle elezioni europee. "Con il riconoscimento della Bandiera blu ai Comuni di Cellole, Baia Domizia, Baia Felice, la provincia di Caserta non è più indicata come Terra dei Fuochi, ma come terra di mare, sole, bellezze architettoniche ed eccellenze enogastronomiche. Questo riconoscimento che ci riempie di orgoglio ed è frutto di un lavoro intenso che c'è stato nel tempo. Infatti tra i tanti criteri, che la Foundation for environmental education (Fee) prende in considerazione per assegnare la bandiera blu, c'è quello di  considerare solo quelle località che negli ultimi quattro anni hanno avuto un livello del proprio mare e delle proprie acque eccellente. Un plauso va agli amministratori, ai cittadini, ai commercianti, agli operatori tutistici e balneari che hanno creduto nelle potenzialità di questa meravigliosa costa riqualificandola giorno dopo giorno ed i risultati sono arrivati", dichiara Cerreto, capogruppo in Commissione Agricoltura. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baia Domizia bandiera blu, il sindaco commosso: "E' un sogno che si realizza"

CasertaNews è in caricamento