Cavallo morto alla Reggia, la direttrice incontra i rappresentanti di 2 associazioni animaliste

Lav ed Enpa appoggiano la scelta della Maffei di revocare il servizio

“La morte di un cavallo alla Reggia di Caserta è una tragedia annunciata. Sosteniamo con fermezza e convinzione la decisione della direttrice della Reggia di Caserta Tiziana Maffei di far cessare il servizio di carrozze ippotrainate al palazzo vanvitelliano, dopo la tragica morte di un cavallo il 12 agosto e i dubbi sulla sua identità su cui dovrà fare chiarezza la magistratura”. E’ quanto ha dichiarato Nadia Zurlo (responsabile nazionale LAV Equidi) nel corso della riunione con la direzione della Reggia di Caserta, alla presenza della Garante animali del Comune di Caserta Alessandra Pratticò e con Vincenzo Caputo (Direttore Centro di Riferimento Regionale per l’igiene Urbana Veterinaria). 

“La sorte di quei cavalli ci sta a cuore e ogni ulteriore passo deve essere fatto a loro tutela, come per i tanti cavalli che LAV ha salvato da altre condizioni di sofferenza. Per il cavallo purtroppo morto presenteremo una denuncia per maltrattamento con l’aggravante dell’uccisione dell’animale e seguiremo con la massima attenzione l’iter giudiziario. La Reggia di Caserta è uno dei fiori all’occhiello della nostra arte e cultura ma è contro ogni etica e cultura, usare i cavalli come mezzi di traino. Le alternative di trasporto, etiche e moderne, esistono ed è ora che le Amministrazioni locali si impegnino a cambiare questo servizio” chiosa Nadia Zurlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soddisfazione è stata espressa anche dal vice presidente nazionale dell’Enpa, Massimo Pigoni, presente al tavolo. “Una direttrice come Tiziana Maffei, a capo di un bene che è patrimonio dell’umanità come la Reggia di Caserta, va ringraziata per il coraggio, per la prontezza, per la visione di futuro. La direttrice dopo la morte del cavallo nel parco della Reggia, ha immediatamente revocato il servizio delle carrozze. Non ci saranno più carrozze trainate da cavalli né in estate né in inverno e il servizio sarà comunque garantito, ma con golf car. Nel corso dell’incontro di oggi, la direttrice ha manifestato la volontà di valorizzare l’aspetto naturalistico e faunistico del parco. Una scelta saggia e coraggiosa, per la quale Maffei può contare sul nostro incondizionato supporto volontario. La Reggia di Caserta – e con il Complesso vantivelliano anche i centri storici di Roma, Firenze, Napoli – è un sito di inestimabile valore culturale e storico e, assieme, sito in cui le nuove generazioni vanno formate alla bellezza e all’arte ma anche al rispetto della natura e della biodiversità”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Troppi contagi: "Marcianise sarà dichiarata zona rossa"

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • Coronavirus, 318 nuovi casi nel casertano: positivo il 20% dei tamponi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento