rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Attualità

Taglio della torta alla 'Decima Mas': bufera sulla sottosegretaria Castiello

L'affondo di Ruotolo: "Offesa alle vittime del fascismo, si dimetta". La replica: "Tentativo goffo per aggrapparsi a episodio goliardico, io sinceramente democratica"

"Noi la torta la tagliamo con una Decima". E' polemica sulla sottosegretaria della Lega Pina Castiello, napoletana e molto conosciuta nel casertano essendo stata eletta, nel 2018, nel collegio di Aversa ed essendo la compagna del rettore della Vanvitelli Gianfranco Nicoletti. 

L'affondo di Ruotolo

"La sottosegretaria Pina Castiello non deve restare un solo minuto ancora al suo posto e il Governo deve prendere le distanze da chi ha offeso la memoria di tante vittime del fascismo proprio nelle ore in cui si celebrava la Festa della Repubblica". La denuncia arriva su Facebook da Sandro Ruotolo responsabile Informazione, cultura, culture, memoria del Partito Democratico mostrando il video con il sindaco di Afragola, Antonio Pannone e la candidata della Lega, Angela Russo.

Nel video è possibile ascoltare il suggerimento da parte di una voce fuori campo di effettuare un taglio alla torta alla "Decima Mas" e poi il Sindaco metterlo in pratica. "La sottosegretaria leghista - prosegue il post di Ruotolo - ha 'rivendicato' la scelta di tagliare la torta con il simbolo della 'Decima' dai suoi social come si vede nel video. È un oltraggio alla Resistenza e la Napoli delle 4 giornate saprà dare una risposta nel segreto dell'urna l'8 e 9 giugno ai secessionisti e nostalgici della Lega".

La replica di Castiello

"Il tentativo dell'ex senatore Sandro Ruotolo di aggrapparsi ad un episodio goliardico, avvenuto a margine di una manifestazione elettorale, e di elevarlo a prova regina di nostalgie pericolose, è davvero un esercizio goffo e maldestro", dichiara Castiello, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri e vice segretario regionale della Lega in Campania.

"Ruotolo sa bene - ha proseguito Castiello - che la mia storia personale e politica è tratteggiata da un profondo rispetto dei valori democratici sanciti dalla costituzione. Se è alla ricerca di chi usa nostalgicamente metodi da regime sovietico - ha aggiunto ancora - per limitare le libertà altrui, farebbe bene ad esercitare una scrupolosa autocritica e vedrà che, interrogando la sua coscienza, troverà tante cose da farsi perdonare". "Temo, tuttavia - ha concluso Castiello - che lo sforzo di buttarla in caciara Ruotolo lo abbia compiuto con l'unico obiettivo di segnalare la sua candidatura di cui, per fortuna, non si è accorto nessuno, nè a Napoli né in tutta la circoscrizione meridionale".

Cos'è la Decima Mas

La decima Flottiglia MAS è stata un corpo militare indipendente, ufficialmente di fanteria di marina della Marina Nazionale Repubblicana della Repubblica Sociale Italiana, attiva dal 1943 al 1945. Era guidata dal capitano di fregata Junio Valerio Borghese. In seguito all'armistizio di Cassibile strinse infatti accordi di alleanza con il capitano di vascello Berninghaus della marina militare nazista. La flottiglia operò in coordinazione coi reparti tedeschi, sia per contrastare l'avanzata alleata dopo lo sbarco di Anzio e sulla Linea Gotica e nel Polesine, sia in operazioni contro la resistenza italiana. Si arrese il 26 aprile 1945 ai rappresentanti del Comitato di Liberazione Nazionale (CLN). Oggi le sue rappresaglie sono esaltate negli ambienti neofascisti.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taglio della torta alla 'Decima Mas': bufera sulla sottosegretaria Castiello

CasertaNews è in caricamento