Castel Volturno rischia di implodere, il sindaco: "Abbandonati dallo Stato, servono soldi ed Esercito"

Il primo cittadino lancia un messaggio d'allarme in questo periodo di emergenza: "Oltre 2500 domande per i buoni spesa, ma i soldi non bastano. E ci sono oltre 15mila immigrati clandestini non registrati, serve tutelare la comunità"

Il sindaco di Castel Volturno, Luigi Umberto Petrella

"A Castel Volturno abbiamo 15mila, o forse più, immigrati clandestini. Serve fare subito qualcosa, lo Stato deve aiutarci perché da soli non riusciamo ad andare più avanti": è questo il grido d'allarme del sindaco di Castel Volturno, Luigi Umberto Petrella, che in questi giorni si trova a dover fare i conti con i soldi dei buoni spesa che "sono estremamente limitati rispetto a quelle che sono le necessità del nostro territorio". 

Il primo cittadino parla subito delle domande arrivate: "A Castel Volturno addirittura sono arrivate 2500 domande di sostegno da parte di altrettante famiglie - dice Petrella -. Un numero impressionante se paragonato ad esempio anche ad Avellino che ha il doppio della nostra popolazione ed ha avuto appena 900 domande. Stiamo cercando di aiutare tutti ma è effettivamente impossibile. Siamo partiti con la distribuzione ma anche gli stessi messi notificatori hanno trovato spesso case vuote con i richiedenti che in pratica non erano a casa per poter ricevere i buoni spesa. E' una situazione critica che ci sta mettendo a dura prova. Anche sugli immigrati bisogna fare chiarezza: in questo momento non posso mettermi a guardare il colore della pelle, per una questione umanitaria devo aiutare coloro che mi chiedono una mano. Molto spesso queste persone non hanno nemmeno una casa, vivono in dimore di sopravvivenza e si ritrovano sfruttati per quattro soldi senza poter avere alcuna speranza di futuro. Non nascondo che all'inizio, al momento delle proteste, abbiamo avuto anche timore. Abbiamo aiutato tutti anche con semplici buste della spesa, grazie anche a persone che con il cuore hanno riempito i locali adibiti alla raccolta di generi di prima necessità". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E quindi in conclusione l'appello allo Stato: "Castel Volturno risulta avere 25mila abitanti ma sappiamo benissimo che così non è. Ci sono dai 15mila ai 20mila immigrati irregolari. Serve subito un censimento per far sì che dal Governo arrivino anche i fondi necessari per gestire tutta questa popolazione. Non a caso avevo chiesto l'intervento dell'Esercito per controllare il nostro territorio. Non vogliamo rassegnarci ad una inesorabile 'morte' ma vogliamo combattere per questo territorio che in passato ha vissuto di turismo e che ha tutte le carte in regola per poter ritornare a splendere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lieve aumento dei contagi nel casertano: ecco i comuni più colpiti della seconda ondata

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • Record di nuovi contagi nel casertano: mai così tanti in un giorno

  • Nuovo boom di contagi nel casertano, ma crescono anche i guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento