menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'incontro al Parco degli Aranci

L'incontro al Parco degli Aranci

Il gruppo di 'Caserta Decide' fa tappa tra i problemi di Parco degli Aranci

Hanno incontrato i residenti per capire le maggiori difficoltà incontrate

"Il Parco degli Aranci è uno dei quartieri più popolosi e pregno di problemi di Caserta. É per questi motivi che l’abbiamo scelto come secondo luogo da attraversare per il tour della città promosso da Caserta Decide". E' quanto si legge in una nota del movimento dopo l'incontro coi residenti svolto in mattinata. Dopo aver organizzato una partecipata riunione in cui si sono evidenziati i problemi e le possibili soluzioni per il quartiere, gli attivisti, guidati da Raffaele Giovine, hanno deciso di scendere in strada e toccare con mano le difficoltà e i possibili luoghi di riscatto per la zona. 

"Decine le persone, i commercianti e i lavoratori incontrati durante la passeggiata, i quali ci hanno raccontato i problemi della zona e con cui abbiamo discusso delle necessarie soluzioni - raccontano da Caserta Decide - Abbiamo diffuso un volantino con la possibilità di lasciare delle proposte e con un QR code per partecipare al questionario del Parco degli Aranci. Il parco degli Aranci è un quartiere dimenticato dalle scorse amministrazioni comunali, privo dei più basilari servizi necessari per renderlo un luogo degno e vivibile. Le linee dei bus sono poche e non toccano i punti centrali, non esistono piste ciclabili, l’asfalto e i marciapiedi versano in pessime condizioni così come le sparute aree verdi del quartiere, con una gestione del verde pessima: decine gli alberi del quartiere tagliati e mai ripiantati. Proprio le aree verdi potrebbero essere affidate ad associazioni per gestirle e renderle fruibili al quartiere, anche attraverso la creazione di un orto di quartiere. Inoltre il campo di basket del quartiere, costruito grazie alle Universiadi è chiuso poiché qualcuno ha deciso di mettere un lucchetto, senza nessun motivo legittimo. Questi problemi, però, sembrano banali se paragonati alla vera questione cruciale del quartiere: il buco. Questa immensa area deve essere riqualificata e non dovrà assolutamente essere cementificata, anzi, dovrà essere interessata dalla creazione di un parco urbano di quartiere a partire proprio dal verde che già esiste nell’area. Nell’attesa, però, è fondamentale che la proprietà se ne prenda cura, pulendola e manutenendo i pini che insistono nel suo perimetro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento