Case popolari, i cittadini possono diventare proprietari degli immobili

Svolta per migliaia di nuclei familiari: la giunta del sindaco Mirra approva la delibera

Dal diritto di superficie al diritto di proprietà, la svolta per migliaia di abitazioni arriva con la delibera di giunta approvata dall’organo esecutivo di Santa Maria Capua Vetere guidato dal sindaco Antonio Mirra. L’iter, che ha già ricevuto il via libera all’unanimità del consiglio comunale, avviato con il meticoloso lavoro svolto dalla Commissione Urbanistica presieduta dal consigliere Davide Fumante e composta da Pasquale Cipullo, Anna Sepolvere, Umberto Pappadia e Gaetano Di Monaco, prevede la possibilità di trasformare il diritto di superficie in diritto di piena proprietà per tutti gli assegnatari di abitazioni realizzate per l’edilizia economica e popolare e attualmente suddivise in sette comparti sul territorio cittadino.

In particolare si tratta dei piani denominati Comparto Siata, Quattro Santi, Ampliamento – C1 Nord, Nuovo Ampliamento C1 – Nord, Comprensorio C1 Nord/Ovest, Ampliamento C1 Nord/Est e Comparto Mastantuono. Si tratta di un’autentica svolta per tutte quelle famiglie che, a distanza di diversi decenni, potranno superare i vincoli previsti dal diritto di superficie (che ha una durata fissata a 99 anni) che fu all’epoca riconosciuto dal Comune.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con l’approvazione della delibera della giunta Mirra, invece, si riconosce ai cittadini la possibilità di diventare, attraverso le procedure normative attualmente in vigore, formalmente proprietari degli immobili, che potranno quindi essere anche oggetto di interventi di valorizzazione. Per formalizzare tale richiesta, gli utenti interessati dovranno presentare domande entro il termine di 24 mesi dalla pubblicazione dell’avviso che avverrà la prossima settimana. Il modello di domanda può essere scaricato dal sito istituzionale del Comune, dall’App ComunicaCity (link) o ritirato presso i competenti uffici di Palazzo Lucarelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • Coronavirus, 318 nuovi casi nel casertano: positivo il 20% dei tamponi

  • “Scuole riaperte da mercoledì”, ma De Luca spegne l’entusiasmo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento