rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Attualità Casal di Principe

"15 nuove case popolari nell'area confiscata alla camorra"

L'annuncio del sindaco: "Opportunità abitative per i giovani"

“La nostra comunità si prepara ad avere un volto nuovo”. Con queste parole il sindaco di Casal di Principe, Renato Natale, presenta i tantissimi interventi che permetteranno davvero di rifare il look alla città casalese. C’è di tutto: interventi per strade, fogne e pubblica illuminazione ma anche lavori per gli impianti sportivi, per i beni confiscati e per le scuole. Insomma dopo un 2022 caratterizzato “da due profonde emergenze come il Covid e poi successivamente la guerra speriamo davvero che questo nuovo anno possa essere quello della ripartenza”.

Il primo cittadino poi si concentra sul fatto che “grazie agli uffici comunali siamo riusciti in questo 2022 ad intercettare tantissimi finanziamenti. Tanti progetti sono stati approvati e per molti abbiamo già ottenuto le relative risorse per avviare sin da subito i lavori. Nelle nostre casse entreranno circa 10 milioni di euro ma speriamo che ne possano arrivare altri perché tanti altri progetti sono arrivati a conclusione. Abbiamo delle risorse importanti per questo 2023 e speriamo davvero di scrivere qualche pagina importante della storia della nostra città”.

Il sindaco che guida ormai l’Ente municipale da quasi 10 anni parla poi dei singoli interventi ricordando ai suoi concittadini che sono giunti in Municipio dei fondi per “la riqualificazione di tutto il territorio. Abbiamo visto approvati numerosi progetti di rigenerazione urbana, si toccheranno tutti i rioni della città. In poche parole si interverrà su strade, fogne, pubblica illuminazione. Interventi dei quali ovviamente andiamo orgogliosi”. Poi ci sarà anche “l’abbattimento di una scuola per la costruzione di una ex novo, così da poter regalare ai nostri studenti un plesso che sia al 100% funzionale a quelle che sono le esigenze dei ragazzi, degli insegnanti e di tutti coloro che vivono gli ambienti scolastici”.

Senza però mai dimenticare lo sport, insieme al lavoro svolto egregiamente dagli uffici comunali e da assessori e consiglieri comunali: “Presto partiranno anche i lavori alla piscina comunale, uno spazio che sarà ridonato alla comunità”. Nei giorni scorsi, proprio prima del gong del nuovo anno, l’assessore delegato ha infatti anche mostrato sui social ai cittadini casalesi come sarà la nuova piscina con modifiche alla copertura e con maggiori spazi anche all’esterno. “Abbiamo ottenuto anche delle risorse per il teatro, non dimentichiamolo, in un bene confiscato alla criminalità. Questo sarà sempre uno dei nostri obiettivi”.

E proprio grazie ad alcuni fondi per i beni confiscati il sindaco Renato Natale annuncia una importantissima novità per il 2023. “Abbiamo visto approvato pochi giorni fa un progetto che prevede 15 nuovi appartamenti di edilizia residenziale popolare in uno spazio confiscato alla camorra. Non immaginate quanto sia uno strumento indispensabile per far fronte all’emergenza abitativa della nostra città. Queste 15 case saranno una risorsa fondamentale per i giovani ma anche per coloro che si trovano in difficoltà. Basti pensare che a Casal di Principe non si costruiva un immobile popolare da circa 30 anni, è un intervento che va nella direzione di aiutare la nostra gente”.

E proprio sulle case parla anche del problema legato agli abbattimenti: “Con il Ministero per il Sud con grande intensità e collaborazione, insieme al professore universario Coppola, eravamo arrivati anche ad una ipotesi legislativa. Poi il Governo è cambiato all’improvviso e siamo stati costretti a ricominciare parlando con i nuovi parlamentari. Ma questo 2023 sarà l’anno buono per concretizzare anche questo impegno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"15 nuove case popolari nell'area confiscata alla camorra"

CasertaNews è in caricamento