Mercoledì, 28 Luglio 2021
Attualità

Cartelle esattoriali ‘illegittime’, bufera in Comune: diffida alla società di riscossione

Il sindaco firma l’atto contro la Sogert dopo che si è scatenato un allarme tra i cittadini

Il sindaco Raffaele Ambrosca

Centinaia di cartelle esattoriali inviate negli ultimi giorni hanno fatto scattare la bufera al Comune di Cancello ed Arnone, tanto da spingere il sindaco Raffaele Ambrosca a firmare un atto ufficiale di diffida nei confronti della Sogert. Oggetto del contendere le cartelle inviate ai cittadini, che hanno scatenato un vero e proprio allarme sociale.

Come evidenziato dallo stesso sindaco “la Sogert ha inviato accertamenti su tributi prescritti; accertamenti senza l’indicazione dei dati catastali degli immobili; accertamenti indirizzati a familiari di persone decedute che non sono eredi”. E come se non bastasse “intimazioni di pagamento da incassare su conto corrente non intestato al Comune”. Vieppiù che la stessa società utilizza anche il logo e l’intestazione del Comune di Cancello ed Arnone nonostante il contratto sia scaduto l’8 gennaio 2021. Per questo motivol il sindaco Ambrosca ha firmato la diffida “dal proseguire ogni altra attività che riguardi i contribuenti del Comune di Cancello ed Arnone se non con le forme ed i crismi della legalità”.

“Se non bastasse - aggiunge Ambrosca - l'Ente è  pronto a mettere "in campo" tutto quanto necessario per porre fine alle vessazioni specificamente enucleate. Con buona pace di sciacalli, strilloni, piccoli  sotterfugi per camuffare una politica che è fallita, bocciata e archiviata. C'è tanto ancora da fare; troppe le macerie di cui occuparci. Poi c'è da evadere l'ordinario e, contemporaneamente, occuparsi della programmazione, che non può mancare, per chi, come noi, ha una visione chiara e di prospettiva per il nostro paese”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cartelle esattoriali ‘illegittime’, bufera in Comune: diffida alla società di riscossione

CasertaNews è in caricamento