rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Attualità

Speculazioni sul caro benzina, c'è l'esposto in Procura. Il ministro: "Truffa colossale"

Il Codacons denuncia l'aggiotaggio sull'aumento dei prezzi. Cingolani: "In pochi così si arricchiscono"

Il Codacons ha presentato anche presso le Procure campane, comprese quelle di Santa Maria Capua Vetere e Napoli Nord, ed all'Antitrust un esposto per denunciare possibili speculazioni sul caro carburante. 

"In questi giorni i listini dei carburanti venduti presso i distributori sono letteralmente fuori controllo, con la benzina che in modalità self viaggia verso i 2,3 euro al litro e costa in media il 39,3% in più rispetto allo stesso periodo del 2021, mentre il gasolio sale addirittura del +51,3%” - spiega il presidente Carlo Rienzi -
Aumenti che non apparirebbero giustificati né dalle attuali quotazioni del petrolio, né da riduzioni delle forniture sul territorio legate alla guerra in Ucraina, senza contare che benzina e gasolio venduti oggi presso i distributori sono stati acquistati mesi fa, a prezzi sensibilmente inferiori. Il rischio è che i rincari dei prezzi alla pompa possano essere dopati da fenomeni speculativi tesi a sfruttare la delicata situazione in Ucraina per incrementare i guadagni a danno di consumatori e imprese – prosegue Rienzi – Per tale motivo presentiamo un esposto all’Antitrust e a alle Procure della Repubblica della Campania, chiedendo di aprire indagini con l’ausilio della Guardia di Finanza e accertare eventuali speculazioni e illeciti sul territorio regionale, alla luce delle possibili fattispecie di truffa aggravata, aggiotaggio e manovre speculative su merci".

Sulle speculazioni è intervenuto anche il Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani che ha parlato di una "truffa colossale" dietro l'aumento del costo del carburante. "Il mercato specula, ed è lo stesso motivo per cui ci troviamo la benzina al prezzo di 2,20 e non so perché - ha detto il ministro a Sky Tg24 - Da un lato le accise servono a far funzionare lo Stato, dall’altro il nervosismo che raddoppia, quadruplica o quintuplica il prezzo fa solo arricchire pochi e credo che ciò vada attaccato per primo. Noi faremo del nostro meglio. Ma qui siamo in presenza di una colossale truffa, che viene dal nervosismo che continuo ironicamente a menzionare, che è fatta a spese delle imprese e dei cittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Speculazioni sul caro benzina, c'è l'esposto in Procura. Il ministro: "Truffa colossale"

CasertaNews è in caricamento