menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Orlando Cioffi

Orlando Cioffi

Caos assunzioni nel passaggio di cantiere: "Coinvolto personale illegittimo"

La denuncia della Cnal: "In caso di scoperture dell'organico è obbligatorio assorbire incarico dal Cub"

Personale non legittimato ad essere assunto nelle more del passaggio di cantiere dell'azienda rifiuti dalla Senesi alla Tekra. E' la denuncia che arriva dalla Cnal Italia Victrix che ha chiesto un incontro urgente al Comune di Aversa e al commissario liquidatore del Cub Francesco Paolo Ventriglia e al presidente dell'Ato rifiuti Antonio Mirra per discutere la situazione. 

"La norma è chiarissima - denuncia il segretario nazionale Orlando Cioffi - Laddove ci sono posti vacanti nel passaggio di cantiere lasciati liberi da personale non avente diritto alla legittima stabilizzazione o laddove, successivamente, si verifichi uno scoperto di organico per personale posto in quiescenza, è obbligo da parte del Comune, in qualità di stazione appaltante, e della società gestore del servizio, assorbire dall’organico del Cub attraverso gli elenchi depositati in Prefettura. Non farlo da parte del Comune che assume anche un ruolo di sorveglianza e controllo, significa essere oggetto di denuncia per danno erariale alla Procura regionale della Repubblica Corti dei Conti e qualora l’azienda rifiutasse di rispettare la procedura del dettato legislativo, è soggetta a perdere l’appalto dei rifiuti. Sicuri che il Comune ha tutta l’intenzione di garantire trasparenza e legalità alle operazioni in atto e confidando nella buona fede dell’assessore Caterino, la Cnal attende l’apertura di un tavolo di confronto serio e programmatico".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Troppi contagi, il sindaco non si fida: "Le scuole restano chiuse"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Caterina Balivo torna in tv su Rai 1

  • social

    Blue Monday 2021, oggi è il giorno più triste dell'anno

Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento