Domenica, 1 Agosto 2021
Attualità

Cantiere rifiuti, lavoratori senza stipendio: si rischia uno stop alla raccolta

Proclamato lo stato di agitazione, gli operatori si preparano allo sciopero

Lavoratori del cantiere rifiuti di Trentola Ducenta senza stipendi, pronti a scioperare. Ancora una volta la denuncia arriva dalla Fiadel Caserta, del dirigente provinciale Giovanni Guarino. "La condizione economica sopportata dai lavoratori si aggiunge a quella già tollerata nel delicato periodo di emergenza coronavirus, durante il quale i lavoratori hanno sempre garantito il servizio di raccolta, nonostante percepissero in ritardo lo stipendio", sottolinea in una nota il sindacato.

"Abbiamo incontrato l’azienda - fa sapere la Fiadel - la quale ci ha chiarito che il mancato pagamento delle retribuzioni è dovuto principalmente alla notevole esposizione creditizia nei confronti dell’Ente che non consente ulteriori esborsi". 

"Pertanto, considerato che la mancanza di soluzioni in merito non concede una prospettiva positiva per il futuro economico dei lavoratori, abbiamo ritenuto necessario proclamare lo stato di agitazione, consapevoli del fatto che indire lo sciopero sia l’unica alternativa valida per manifestare tutto il nostro dissenso alla vicenda, ma nello stesso tempo, rappresenti anche e soprattutto un ulteriore danno economico per i lavoratori, gli unici a pagarne le conseguenze, come spesso accade in questi casi. Ci auguriamo che la cittadinanza, con la quale ci scusiamo per i disagi che si produrranno durante tutto il periodo della vertenza, comprenda le ragioni della protesta", conclude la Fiadel.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantiere rifiuti, lavoratori senza stipendio: si rischia uno stop alla raccolta

CasertaNews è in caricamento