rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Attualità Frignano

Canone da adeguare con la ditta dei rifiuti, Comune ‘condannato’

L’Ente dovrà immediatamente provvedere ai pagamenti, c’è il rischio di commissariamento

Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania ha emesso una sentenza fondamentale riguardante il ricorso presentato dalla società Dhi di Nardi Holding Industriale nei confronti del Comune di Frignano. Nel ricorso, la società gestore del servizio di igiene urbana per il Comune di Frignano ha chiesto l'accertamento dell'illegittimità del silenzio mantenuto dall'amministrazione comunale in risposta alla sua istanza di adeguamento del canone. In particolare, la richiesta verteva sull'aggiornamento del canone nonché sul riconoscimento del compenso revisionale maturato dalla società durante l'esecuzione del contratto stipulato il 27 marzo 2017.

Il Comune di Frignano non si è costituito in giudizio, e la sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale della Campania ha accolto il ricorso della DHI di Nardi Holding Industriale. La sentenza riconosce l'ammissibilità del ricorso contro il silenzio dell'amministrazione comunale in materia di revisione dei prezzi negli appalti pubblici. Il diritto soggettivo alla revisione deve emergere da un procedimento amministrativo. La sentenza afferma che l'amministrazione comunale ha violato l'obbligo di provvedere sulla richiesta di revisione del canone avanzata dalla società ricorrente. Il Tribunale ha dichiarato l'obbligo del Comune di Frignano di concludere il procedimento avviato sulla domanda della società ricorrente entro 30 giorni dalla comunicazione della sentenza, qualora ciò non avvenisse è stata anche prevista la nomina di un Commissario ad acta, il Prefetto della Provincia di Caserta, nel caso di persistente inadempienza del Comune di Frignano. Il Comune è condannato a rifondere le spese legali e competenze di giudizio a favore della parte ricorrente, quantificate in 1500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canone da adeguare con la ditta dei rifiuti, Comune ‘condannato’

CasertaNews è in caricamento