menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il canile "Santa Lucia" è aperto dal 2001

Il canile "Santa Lucia" è aperto dal 2001

Il canile 'fa lo sconto', trovata l'intesa sul debito di 244mila euro del Comune

La struttura di Cellole ha rischiato di finire sul lastrico per i soldi mai incassati dagli Enti convenzionati, ma ora inizia a vedere uno spiraglio di luce in fondo al tunnel

Ha rischiato seriemente di finire sul lastrico, ma per fortuna ora il canile "Santa Lucia" di Cellole inizia a vedere uno spiraglio di luce in fondo al tunnel. L'enorme massa creditoria, mai incassata dai Comuni convenzionati con la struttura per il servizio di ricovero e mantenimento dei cani randagi, aveva messo con le spalle al muro il gestore del canile, che però ora sta 'muovendo i primi passi' per uscire dal drammatico vortice finanziario.

"Ormai siamo entrati in un tunnel e non si vede più la luce". Così Alfonso Bove, gestore del canile "Santa Lucia" di Cellole, a giugno del 2018 aveva raccontato a Casertanews la crisi economica che stava sconvolgendo la 'vita' della sua struttura (aperta nel lontano 2001). Tuttavia l'intesa trovata con il Comune di Sessa Aurunca, l'Ente con la più grande massa debitoria nei confronti del canile, darà sicuramente un po' di 'ossigeno' al gestore della struttura.

Alla base dell'accordo uno 'sconto' di oltre 50mila euro applicato dal canile "Santa Lucia" che ha consentito così di ridurre i debiti del Comune sessano a 244mila euro (da pagare oltretutto in cinque rate). E' quanto emerge da una determina firmata dal dirigente comunale all'Ambiente, Tommaso Fusco, che ha disposto il pagamento della quarta rata nei confronti della struttura che ospita circa 700 amici a quattro zampe.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lite mamma-prof ripresa in un video: “Incomprensioni superate”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento