rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Attualità

Ora è ufficiale: Campania da lunedì in zona gialla

Il ministro Speranza ha firmato l’ordinanza

I numeri lo avevano già raccontato, ma adesso è arrivata anche l’ufficialità: da lunedì 17 gennaio la Campania sarà in zona gialla. Lo ha stabilito il ministro della Salute Roberto Speranza che ha firmato l’ordinanza che prevede le “nuove restrizioni”. Che, in realtà, cambieranno poco per la quotidianità dei cittadini campani visto che l’unico obbligo sarà quello di portare le mascherine anche all’aperto, cosa che era già prevista dalla precedente ordinanza del governatore Vincenzo De Luca che, su questo punto, non ha mai abbassato la guardia (neanche nel periodo estivo).

FURIA DE LUCA CONTRO DRAGHI. "PICCO DEI CONTAGI A FINE GENNAIO"

Insieme alla Campania c’è un’altra regione che cambia colore: si tratta della Valle d’Aosta che passa in “arancione” per l'aumento del contagio e, soprattutto, per le ospedalizzazioni avvenuto negli ultimi giorni. Del resto, in base alle nuove indicazioni del governo, le restrizioni partono sulla base della saturazione degli ospedali. In Campania si è raggiunto l'11% di occupazione dei posti letto in Terapia intensiva (il livello soglia di zona bianca è del 10%) mentre nei reparti di area "non critica" la percentuale settimanale di posti letto occupati è del 26% (la soglia è fissata a quota 15). La Campana raggiunge in zona gialla la Lombardia ed il Veneto.

Mascherine obbligatorie

Oltre all’obbligo di indossare la mascherina all’aperto, è stato introdotto l’obbligo di usare le Ffp2 in luoghi chiusi come cinema e teatri, sui mezzi di trasporto pubblico (sia quelli cittadini che quelli a lunga percorrenza), e per partecipare a eventi pubblici sportivi al chiuso e all’aperto, come le partite allo stadio. Provvedimento, questo, che durerà fino al termine dello stato di emergenza, che al momento è fissato al 31 marzo. Per il resto già sono attive le norme nazionali che impongono l’ingresso in bar e ristoranti al chiuso, oltre che in cinema, teatri e musei solo a chi ha il green pass rafforzato.

Super green pass

In giallo, come in bianco, è confermato l’obbligo del green pass. Dal 10 gennaio serve il “super” (o rafforzato) per utilizzare i mezzi pubblici nelle città e per i mezzi a lunga percorrenza. Resta sempre possibile uscire dal proprio comune e dalla propria regione. Anche in giallo negozi e centri commerciali restano aperti sempre, senza nessun limite d’orario. Per le consumazioni al bancone dei locali serve il super green pass sia in zona gialla che in bianca, per effetto dell’ultimo decreto. All’aperto dal 10 gennaio serve quella rafforzata. Anche in zona gialla per i tavoli al chiuso è necessario il super green pass e cade l’obbligo di far sedere massimo quattro persone al tavolo. Chiuse sia le discoteche, almeno fino al 31 gennaio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ora è ufficiale: Campania da lunedì in zona gialla

CasertaNews è in caricamento