rotate-mobile
Attualità Aversa

Consigliere chiede di cambiare il 'nome' del Tribunale

La mozione di Alfonso Oliva su input dell'avvocato Fausto Ibello

Un cambio di denominazione del Tribunale di Napoli Nord in Tribunale di Aversa. Lo ha chiesto il consigliere comunale Alfonso Oliva - su input del responsabile del dipartimento giustizia e rapporti col tribunale di Fratelli d'Italia, nonché presidente del comitato per il cambio di denominazione del Tribunale di Napoli Nord in Aversa, l'avvocato Fausto Ibello - all'interno di una mozione indirizzata al sindaco Alfonso Golia, al Consiglio e alla giunta comunale.

"Nel corso degli anni, dal 2013 ad oggi, la denominazione “Napoli Nord” ha purtroppo creato tante confusioni e tanti errori di localizzazione della sede effettiva, determinando una lesione del diritto di difesa garantito dall’articolo 24 - si legge nella mozione - Molte volte ha indotto in errore da un lato gli avvocati per la “vocatio in ius” ed ancor oggi inducono “i vocati in ius” a recarsi per errore nella città di Napoli, perdendo intere giornate e creando disagi a sé stessi ed ai processi che subiscono inutili rinvii".

"In Italia tutti i tribunali prendono il nome qualificativo in prestito dalla città ospitante in cui viene amministrata la giustizia in onore ad essa, ed in virtù di un sinallagma perfetto tra due istituzioni territoriali (Comune e tribunale) nonché per una più facile individuazione della competenza territoriale per la vocatio in ius. Oggi più che mai la nostra città di Aversa, capoluogo dell'omonimo hinterland aversano, per valore culturale e per la promozione del nostro territorio necessita il cambio di denominazione: Aversa non può e non deve più caratterizzarsi con un nome che addirittura si rifà ad un'altra provincia: è un ossimoro unico nel suo genere in tutta la nazione", conclude il consigliere nella mozione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consigliere chiede di cambiare il 'nome' del Tribunale

CasertaNews è in caricamento