menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il maggiore Giuseppe Fedele

Il maggiore Giuseppe Fedele

Cambio al vertice dei carabinieri: Fedele sarà trasferito nella Capitale

Il maggiore 46enne lascia la Compagnia di Sessa Aurunca dopo 4 anni di permanenza, al suo posto subentra il capitano Alessia Di Rocco

Dopo quattro anni di permanenza presso la Compagnia Carabinieri di Sessa Aurunca il maggiore Giuseppe Fedele, 46 anni originario di Gaeta, dal prossimo settembre sarà trasferito presso l'Ufficio del Capo di Stato Maggiore della Difesa a Roma. Al suo posto subentra il capitano Alessia Di Rocco, 30 anni originaria di Tivoli proveniente dal Comando del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Reggio Emilia.

È una storia caratterizzata da un'encomiabile spirito di servizio quella che lega il maggiore Giuseppe Fedele a Sessa Aurunca e che lo ha visto insieme ai suoi militari condurre indagini di ampio respiro che hanno contribuito al raggiungimento di ottimi risultati volti al contrasto delle più svariate forme delinquenziali sul territorio aurunco. Innumerevoli le attività condotte con la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere che hanno permesso di smantellare piazze di spaccio, eliminare gli ultimi residui dannosi di vecchi clan locali ed assicurare alla giustizia maltiventi di bassa lega.

Non ha lesinato incontri sulla legalità nei plessi scolastici il maggiore Fedele volti all'individuazione ed alla repressione del bullismo in ogni sua forma. Non ha risparmiato mai sugli utili consigli alla cittadinanza in fatto di sicurezza. A ciò si aggiunge quella parte di attività che è disconosciuta ai più, perché espletata lontana dagli onori della cronaca, dai riflettori, ma con riservatezza, discrezione ed un grande tocco umano che lascia trasparire l'uomo ancor prima che la divisa. Nei suoi uomini e in chi ha incrociato il suo cammino, un forte esempio di professionalità insieme allo spirito di sacrificio ed abnegazione che contraddistingue l'Arma dei Carabinieri, facendo in modo che i suoi innumerevoli militari semplicemente ci siano: per la gente, tra la gente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento