rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità Capua

Puc, gli ex consiglieri 5 Stelle vanno dal commissario

Miccolupi e Caiazzo: "L'incontro col vice prefetto Luigia Sorrentino è stato proficuo"

"Dai primi giorni della caduta dell’amministrazione Branco ci eravamo prefissati di incontrare il vice prefetto Luigia Sorrentino, commissario incaricato per la provvisoria amministrazione del Comune di Capua, per aggiornare sulle tematiche riguardanti le nostre attività in itinere e possibilmente da attuare nei prossimi mesi. Per semplificare il suo lavoro, le abbiamo lasciato un faldone contenente tutte le nostre mozioni, le istanze e le segnalazioni protocollate. Si è mostrata una persona di grande apertura. Ciò fa ben sperare nella predisposizione ad una buona amministrazione in questo periodo di passaggio fino alle prossime elezioni". A dichiararlo sono Roberto Caiazzo e Nunzia Miccolupi, ex consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle.

"Abbiamo discusso dell’annoso problema che riguarda il fabbisogno del personale e di sopperire a tale carenza dando seguito alla nostra mozione, approvata ad aprile, relativa all’istanza di richiesta al Ministero della Difesa dei militari collocati in ausiliaria - continuano - A proposito di carenza di personale, abbiamo evidenziato anche un altro strumento importante da utilizzare immediatamente: i Progetti Utili alla Collettività. Ci siamo spesi tantissimo affinché venissero approvati in giunta ma attualmente non sono stati ancora attuati i progetti relativi alla gestione del bene comune, della Villa Comunale e del decoro dei cimiteri. L’incontro è stata anche occasione per discutere ampiamente dello stato in cui versano i nostri cimiteri e dei diversi atti vandalici che, ultimamente, si sono verificati al loro interno. Abbiamo sottolineato l’importanza di valutare la possibilità di sistemi che ostacolino lo scavalcamento della cinta muraria. Abbiamo spaziato, inoltre, su tanto altro; in particolare: sulle varie segnalazioni ed interrogazioni indirizzate al corpo di polizia municipale (come quella dei sistemi di videosorveglianza o della richiesta di un’ordinanza antibivacco da parte dell’allora sindaco Branco supportata dal controllo della polizia municipale); del nostro interessamento nel comparto ambientale ed ecologico attraverso le mozioni plastic free e gestione degli oli esausti (approvate all’unanimità), oltre che dei diversi bandi per la bonifica di materiali contenenti amianto e di quello sul programma sperimentale “Mangia-plastica”; dei diversi fondi dai quali rischiamo di rimanere fuori, come quelli “Rigenerazione Urbana” e “Futuro in Comune” dove Capua ha ricevuto già 180mila euro che doveva impegnare entro il 15 settembre; della mozione relativa al Piano di Abbattimento delle Barriere Architettoniche (P.E.B.A. approvata all’unanimità), dei dossi non a norma, dei marciapiedi con assenza di rampe e del diritto anche per i diversamente abili di vivere la città; - di accelerare infine i lavori in corso d’opera. Dulcis in fundo, abbiamo informato la Commissaria riguardo la questione della mancata consegna dei testi scolastici agli alunni delle scuole primarie cittadine; non era minimamente al corrente della problematica ed ha garantito di risolvere la questione in tempi rapidi".

"La commissaria ha dimostrato molta sensibilità ai temi trattati, sottolineando che lei rimarrà solo sei mesi e che i miracoli non li potrà fare. Darà, quindi, priorità a tutti i lavori, come i nostri, già avviati cercando di attuarli. È stato solo un primo incontro perché ci siamo lasciati con la promessa di rivederci spesso per verificare lo stato di avanzamento delle attività, oltre a dare la nostra disponibilità. Confidiamo in lei affinché le battaglie fatte in questi due anni e mezzo di consiliatura si possano concretizzare ed incominciare ad uscire da questo immobilismo mortificante per la nostra città", concludono Caiazzo e Miccolupi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Puc, gli ex consiglieri 5 Stelle vanno dal commissario

CasertaNews è in caricamento