Martedì, 28 Settembre 2021
Attualità Baia e Latina

"I buoni spesa anche ai percettori del reddito di cittadinanza"

La richiesta del leader dell'opposizione al sindaco e alla sua maggioranza

Il gruppo Uniti per Baia e Latina scrive una lettera aperta al sindaco Giuseppe Di Cerbo e ai consiglieri comunali di maggioranza sulle difficoltà che tanti cittadini stanno riscontrando nel partecipare all’avviso pubblico per la erogazione dei buoni spesa in vista del Natale, che il Comune assegnerà a quelle famiglie maggiormente colpite dal coronavirus. Facendosi portavoce delle lamentele dei residenti nel piccolo centro della media valle del Volturno, il leader dell’opposizione Michele Santoro ha voluto rivolgere un appello pubblico all’amministrazione comunale affinchè possa apportare correttivi ed agevolare la fruizione del beneficio economico da parte dei cittadini.

“I requisiti elencati nel bando dei buoni spesa hanno allarmato i cittadini - ha sottolineato Santoro - Purtroppo, mio malgrado, ho constatato che le lamentele, ed i malumori, avanzate dai cittadini corrispondono al vero. Così come è stato strutturato l’avviso pubblico, con la elencazione dei requisiti da tenere, difficilmente consentirà ad una platea ampia di bisognosi di accedere agli aiuti previsti dal Governo. Alla luce anche di quello che sta succedendo, presso altri comuni della provincia di Caserta, in particolare nel Capoluogo, si chiede di valutare la possibilità e l’opportunità di far presentare istanza per accedere agli aiuti alimentari disposti dal Governo anche ai percettori del reddito di inclusione o di altri sostegni pubblici, di presentare la domanda di richiesta del contributo ampliando in tale modo il numero di partecipanti. Chiaramente ogni richiedente, nel formulare la richiesta, dovrà scrupolosamente indicare l’esatta situazione economica del nucleo familiare. Sarà poi cura degli uffici comunali stilare una graduatoria dove si darà la priorità (come indicato anche dall’Anci con nota di indirizzo del 24 novembre 2020) a chi non ha ricevuto alcun sussidio e che oggi versa in una situazione di difficoltà".

“In definitiva, l’ufficio dovrà dare priorità a quei cittadini non assegnatari di sostegno pubblico. Disponendo in tal senso l’accesso al contributo attraverso avviso aperto e a scorrimento dei richiedenti fino ad esaurimento delle risorse disponibili assegnate dal Governo”, conclude l’ex sindaco Santoro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I buoni spesa anche ai percettori del reddito di cittadinanza"

CasertaNews è in caricamento