menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Antonio Mirra

Il sindaco Antonio Mirra

Buoni spesa, allargata la platea dei beneficiari

Possono presentare la domanda anche i nuclei familiari percettori di bonus pubblici di esigua entità

Tutelare i più deboli e ampliare la platea di famiglie che possono accedere ai buoni spesa introdotti dal Governo per l'emergenza coronavirus. E' questo l'obiettivo della giunta comunale di Santa Maria Capua Vetere, guidata dal sindaco Antonio Mirra, che ha deciso di allargare i requisiti di accesso ai buoni spesa.

In tale ottica è stata disposta una modifica dei parametri per i criteri di accesso che consente di poter presentare domanda per i buoni spesa anche ai nuclei familiari percettori di bonus pubblici di esigua entità (reddito di cittadinanza, reddito di inclusione, reddito di emegenza, Naspi, cassa integrazione) tali da non raggiungere la soglia minima di 350 euro per i nuclei con 2 componenti, 650 euro per quelli con tre o più componenti.

Il nuovo modello di domanda, editabile e con i nuovi requisiti, è pubblicato sulla piattaforma dedicata del Comune. Le domande potranno essere presentate fino al 30 dicembre 2020. Restano valide le domande già presentate entro il 17 dicembre 2020.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Attualità

Maestra positiva al Covid: chiusa la scuola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento