Attualità

Il sindaco firma i buoni spesa: "L'ho fatto solo per evitare ticket falsi"

Oliviero risponde alle accuse mosse dai consiglieri di opposizione: "State gettando solo fango sul nostro operato, fatevi da parte"

Il sindaco Giuseppe Oliviero

Si è accesa la bagarre tra il sindaco di Portico di Caserta, Giuseppe Oliviero, e i consiglieri comunali di opposizione. La risposta del primo cittadino, finito sotto i riflettori della minoranza consiliare per la questione dei buoni spesa (sottoscritti dallo stesso Oliviero) non si è fatta attendere. E alla 'minaccia' dell'opposizione di presentare un esposto alla magistratura ed un altro al prefetto, il sindaco di Portico di Caserta ha voluto rispondere con un messaggio social rivolto alla cittadinanza e in particolar modo ai consiglieri di minoranza.

"Resto sconcertato da determinati atteggiamenti del gruppo di minoranza 'Prima Portico', capeggiato da Gerardo Massaro unitamente al consigliere di minoranza Giusy Merola - ha affermato il sindaco Giuseppe Oliviero - Chiedo scusa io per loro. Chiedo scusa a tutte quelle famiglie in difficoltà (oltre 350) che hanno presentato domanda, chiedo scusa a tutti i cittadini di Portico. È vergognoso che questi soggetti, che rappresentano o dovrebbero rappresentare una fetta della popolazione portichese, non rispettino nessuno, né le persone né il contesto storico in cui stiamo vivendo. Il loro unico ed esclusivo obiettivo giornaliero è fare politica, ma quella malsana e casinista".

"Come amministrazione, insieme agli uffici preposti che hanno lavorato intensamente, abbiamo garantito la massima trasparenza e legalità, il nostro unico obiettivo da sempre - ha sottolineato il primo cittadino - E’ opportuno ricordarvi che tutta la relativa documentazione dei buoni spesa verrà da noi stessi inoltrata alla Guardia di Finanza per gli opportuni accertamenti. Ma voi, a questo, non ci sareste mai giunti perché, è evidente, che non è mai rientrato nel vostro modo di fare. Ricordo alla minoranza che sono il sindaco di Portico, il sindaco di tutti e come tale, così come del resto si è fatto in altri Comuni, ho sottoscritto, seppur digitalmente, i buoni, ma solo per motivi di sicurezza e autenticità. Questa per noi non è assolutamente campagna elettorale, questo rientra semplicemente nelle nostre funzioni, nei nostri doveri di amministratori; sono atti imposti dalla crisi economica e dal Governo centrale".

"Il mio mandato, ricordo a tutti, termina tra più di due anni e gia si parla di campagna elettorale - ha concluso Oliviero - Forse, siete voi (consiglieri di opposizione, ndr) che state cercando di fare campagna elettorale, come del resto dall’inizio del nostro mandato gettando solo fango sul nostro operato. Stiamo lavorando intensamente e stiamo producendo tanto per la comunità e voi, pur di ostacolare, denigrare ed oscurare quello che di buono stiamo facendo, siete capaci di tutto. Questo è un momento serio, un momento in cui ci vogliono persone serie, e voi non lo siete affatto, fatevi da parte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco firma i buoni spesa: "L'ho fatto solo per evitare ticket falsi"

CasertaNews è in caricamento