menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I supermercati potrebbero non accettarli

I supermercati potrebbero non accettarli

Ticket con commissioni elevate, commercianti 'freddi' sul bonus spesa a Marcianise

Gli esercenti restii ad accettare i buoni distribuiti dal Comune. La Gdo avvisa: "Nessuno sconto in più"

Rischia di essere quantomeno tiepida la risposta dei commercianti del settore alimentare di Marcianise all'avviso pubblico per stilare un elenco di attività che accetteranno i buoni spesa erogati dal Comune per fronteggiare la crisi economica provocata dall'emergenza Coronavirus.

L'Ente, secondo quanto si legge nella delibera del commissario Michele Lastella, distribuirà ai cittadini che ne faranno richiesta, e sulla base di specifici requisiti, "buoni spesa elettronici". In particolare, come scritto nell'avviso pubblico destinato ai commercianti, saranno quelli del circuito Repas.

Ticket che gli esercenti sono restii ad accettare per le elevate commissioni applicate. In pratica, tale tipologia di buoni genererebbe per i commercianti una sorta di "tassa occulta" sul valore nominale del voucher. Gabella che resterebbe a carico delle imprese. Condizioni difficili per gli esercenti della piccola e media distribuzione che potrebbero tirarsi indietro e non rispondere all'avviso del Comune reputando l'operazione insostenibile da un punto di vista economico.

Non mancano, inoltre, i mal di pancia nei colossi della Gdo. Federdistribuzione, Ancc-Coop e Ancd-Conad, ovvero le tre sigle associative della grande distribuzione, hanno escluso, in una nota, "la possibilità di applicare" un ulteriore sconto del 10% (come richiesto dal premier Giuseppe Conte) "nel caso in cui, come alcuni comuni sembrano voler operare, si ricorresse per tale scopo all’uso di buoni pasto tradizionali'', come è il caso proprio di Marcianise.

Insomma, il rischio è che i buoni pasto erogati per l'emergenza Coronavirus siano poco spendibili sul territorio o, comunque, utilizzabili senza ulteriori sconti. Le domande per l'avviso pubblico scadono il 3 aprile alle 12. Staremo a vedere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento