menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco di Cesa Enzo Guida

Il sindaco di Cesa Enzo Guida

Buoni spesa, al via le domande sulla piattaforma online del Comune

Il bonus va speso nei negozi aderenti entro il 31 gennaio. Pubblicata la manifestazione di interesse per gli esercenti

Al via la presentazione delle domande per richiedere i buoni spesa previsti dal decreto "Ristori ter". Le richieste potranno essere inoltrate al Comune sino alle 24 del 17 dicembre. E' quanto rende noto l'amministrazione comunale di Cesa che ha dato il la alle richieste che dovranno essere effettuate online attraverso il portale cesa.bonuspesa.it, che dovrà essere utilizzato anche dagli esercenti che vorranno partecipare alla manifestazione di interesse indetta dall'Ente.

Il Comune ha istituito questa misura di solidarietà alimentare per l’acquisto, tramite buoni spesa, di beni primari, a favore di nuclei familiari che abbiano subito rilevanti variazioni della propria situazione economica a causa dell’emergenza sanitaria. Attraverso il portale il cittadino può presentare domanda per beneficiare dei buoni spesa. Il contributo è stabilito secondo i seguenti criteri: Nucleo familiare composto da una sola persona 100 euro; nucleo familiare composto da due persone 200; mentre per ogni familiare a carico presente nel nucleo familiare il valore del buono sarà aumentato di 50 euro, fino ad un valore massimo erogabile non superiore a 400 euro.

Possono presentare la domanda i residenti nel Comune di Cesa oppure cittadini stranieri non appartenenti all’Unione Europea in possesso di un titolo di soggiorno in corso di validità. Possono aderire tutti coloro che si trovano in una delle seguenti situazioni: perdita/ riduzione di reddito da lavoro dipendente o assimilato, cassa integrazione, partita iva, con un Isee corrente non superiore a 10.000 euro. La domanda può essere presentata anche da chi percepisce il Reddito di Cittadinanza o altre contribuzioni pubbliche, con una specifica. Chi prende meno di 300 euro riceverà subito il buono, mentre chi percepisce un importo maggiore, può presentare la domanda ma il contributo sarà erogato nel caso in cui dovessero esserci risorse ancora disponibili. In tal caso l’importo dell’eventuale buono sarà ridotto del 30% per i percettori di un’indennità mensile tra i 300 ed i 500 euro; del 40% per i percettori di un’indennità mensile da 500 a 800 euro; del 60% per i percettori di un’indennità mensile superiore agli 800 euro.

Ai destinatari del contributo nell’ambito di “Natale Spendi a Cesa 2020” sarà decurtato dal valore del buono la somma che percepirà da tale iniziativa. Dopo aver fatto domanda, il cittadino ammesso al beneficio riceverà sul proprio cellulare un sms con l’indicazione dell’importo riconosciuto e un codice pin per il suo utilizzo presso gli esercizi commerciali aderenti. Il codice Pin dovrà essere fornito al negoziante al momento del pagamento dei beni che s’intendono acquistare.

Il cittadino beneficiario per utilizzare il buono spesa fornirà al momento del pagamento: la propria tessera sanitaria riportante il codice fiscale che dovrà essere inserito nel Pos web (da pc e/o smartphone) per verificare la presenza dello stesso nella piattaforma e accertarne l’identità; il proprio codice pin verificare l’esistenza di un credito e autorizzare il pagamento. Il buono spesa potrà essere usato per più acquisti ed esercizi diversi senza limiti ed importi specifici come un vero e proprio borsellino elettronico. Per i cittadini impossibilitati ad utilizzare la piattaforma, è possibile richiedere assistenza, solo previo appuntamento, concordato con l’Ufficio Assistenza al numero 081/8154313. Si raccomanda, pertanto, di non recarsi al Comune.

I buoni spesa consentono l’acquisto di generi alimentari e dei seguenti beni primari: prodotti per l’igiene della casa e personali, prodotti farmaceutici o parafarmaceutici, esclusivamente presso esercizi commerciali, farmacie, parafarmacie di Cesa accreditate. Gli esercizi cittadini di vendita di generi alimentari o beni primari (per l’igiene personale e della casa, farmacie/parafarmacie) sono invitati ad aderire alla misura per poter essere inseriti nell’elenco comunale degli esercizi accreditati. Le domande possono essere presentate entro le 24 del 16 dicembre. La richiesta di accreditamento potrà essere presentata esclusivamente attraverso la piattaforma web, allegando la manifestazione d’interesse disponibile al suo interno debitamente compilata e un documento d’identità in corso di validità del firmatario. Successivamente l’esercizio accreditato riceverà le credenziali di accesso alla piattaforma e comparirà nell’elenco dei punti vendita abilitati all’accettazione dei buoni spesa come titoli di pagamento da parte dei cittadini beneficiari.

I buoni potranno essere utilizzati come mezzo di pagamento entro e non oltre il 31 gennaio. L’Amministrazione comunale liquiderà le competenze agli esercizi commerciali entro il 28 febbraio in base ai dati risultanti nella piattaforma alla data del 31 gennaio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento