Attualità

Buche e tombini 'inguaiano' il Comune: 6 nuove cause in tribunale

L'Ente di piazza Vanvitelli chiamato a comparire ancora una volta dinanzi al giudice di pace

(foto di repertorio)

Le 'strade disastro' non danno tregua al Comune di Caserta, chiamato a comparire dinanzi al giudice di pace per altre sei richieste di risarcimento danni presentate da automobilisti e centauri.

Quattro delle cause intraprese contro il Comune riguardano le presunte lesioni e danni subiti da altrettanti cittadini (due centauri e due automobilisti) a seguito di incidenti verificatisi a causa della presenza di buche "non visibili e non segnalate" sulla carreggiata. I quattro episodi si sono verificati in viale Douhet, via Menna, viale Ellittico e via Cappuccini.

Altri due atti di citazione, invece, sono riferiti ai danni riportati da un'autovettura in via Strada Statale 7, a seguito di un sinistro causato da ferri sporgenti di una griglia sconnessa, presente sul manto stradale; e ai danni riportati da un'altra autovettura a seguito di un sinistro in via Ragazzi del 99 causato da un tombino non correttamente posizionato sulla strada.

Tuttavia per il dirigente comunale Salvatore Massi le richieste dei cittadini "sono generiche e non sufficientemente documentate", oltre al fatto che la loro condotta possa essere stata, nell'occasione dei sinistri, "imprudente o negligente".

Per questo motivo il Comune di Caserta, guidato dal sindaco Carlo Marino, ora dovrà tutelare i propri interessi in tribunale. A tal proposito è stato conferito l'incarico all'avvocato Lidia Gallo di difendere l'Ente nei sei giudizi dinanzi al giudice di pace.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buche e tombini 'inguaiano' il Comune: 6 nuove cause in tribunale

CasertaNews è in caricamento