rotate-mobile
Attualità Santa Maria Capua Vetere

Strade dissestate, Aveta lancia l’allarme: "Sicurezza di veicoli e pedoni a rischio"

Il consigliere comunale di opposizione 'interroga' il sindaco Mirra

Pavimentazione sconnessa, buche, tombini rialzati o infossati. Il gruppo “Alleanza per la città - M5S - Verdi” torna all’attacco, con una interrogazione urgente, di uno dei più evidenti problemi delle due amministrazioni guidate dal sindaco Mirra.

"Dopo cinque anni di abbandono e un paio di mesi di improvviso fiorire di lavori stradali, guarda caso a ridosso delle elezioni dello scorso ottobre, siamo tornati quasi alla condizioni di partenza", spiega Raffaele Aveta.

"La condizione delle strade cittadine - continua il leader dell’opposizione consiliare a Santa Maria Capua Vetere - appare, nel complesso, estremamente carente. Ciò provoca notevoli disagi non solo agli automobilisti (danni meccanici alle autovetture, forature) ma anche a ciclisti e motociclisti, la cui circolazione è ben lontana da standard minimi di sicurezza, così come ai pedoni. Questa situazione rischia di aumentare il contenzioso contro il Comune per incidenti, danni ai veicoli, infortuni ai pedoni. Ma rappresenta anche un “vulnus” al decoro urbano della nostra città: basti pensare, per tutte, alle due vie d’accesso da Capua e da Teverola, dove sono stati effettuati lavori ai sottoservizi lasciando la pavimentazione in condizioni inadeguate, con rattoppi irregolari, brutti, ed estremamente pericolosi per l’aderenza dei veicoli".

Per queste ragioni, il gruppo formato da Aveta e dai consiglieri Danilo Talento e Italo Crisileo chiede di sapere dall’amministrazione comunale quali interventi siano stati programmati, nel breve e medio termine, per rimediare a tale condizione di degrado. E anche di conoscere quante sono state le richieste di risarcimento negli ultimi anni, per quali importi e quale è stato il loro esito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade dissestate, Aveta lancia l’allarme: "Sicurezza di veicoli e pedoni a rischio"

CasertaNews è in caricamento