Bufera sulle buche dopo il grave incidente a Caserta. Il sindaco: "Fake news di un delinquente leghista"

Reazione molto dura dopo l'annuncio del sit-in da parte del rappresentante degli studenti del Diaz. Dal Comune: "Lo schianto non provato da un avvallamento". Marino: "Lo denuncio, sta speculando"

L'incidente in via Gallicola in cui è rimasta coinvolta la studentessa casertana

L’incidente in via Gallicola che ha coinvolto la giovane studentessa del Liceo Diaz di Caserta, Federica di 16 anni, ancora ricoverata all’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano dopo essere stata operata d’urgenza, ha provocato una durissima polemica. Nata dopo le dichiarazioni di Filippo Maturi, rappresentante degli studenti del Liceo Scientifico Diaz, nonché leader regionale del movimento Sbam, di ispirazione leghista, che aveva annunciato un sit-in di protesta contro le buche presenti lungo le strade di Caserta che, a suo dire, sarebbero state alle base dell’incidente che ha coinvolto la collega di istituto.

Dal Comune di Caserta è arrivata una doppia reazione. La prima, affidata ad una nota istituzionale, nella quale si specifica che “gli accertamenti sulle cause dell'accaduto sono ancora in corso ma comunque escludono i fatti così come riferiti o ipotizzati in alcuni articoli giornalistici diffusi attraverso l'informazione cartacea, radiotelevisiva e web nonché in post e commenti apparsi sui social network”. Secondo la nota, dunque, non sarebbe stata una buca a provocare l'incidente in via Gallicola in cui è rimasta coinvolta la giovane Federica. Da fonti investigative, per ora, non si sbilancio su cosa realmente sia accaduto. La speranza è che Federica possa svegliarsi al più presto e raccontare la verità.

Molto più duro, invece, è stato il sindaco di Caserta Carlo Marino che ha sferrato un attacco molto duro e violento nei confronti di Maturi definendolo “un delinquente iscritto alla Lega, che nei prossimi giorni provvederò a denunciare” sottolineando che lo stesso avrebbe “vergognosamente utilizzato per fini politici una storia purtroppo vera. Questo criminale leghista ha realizzato una fake news. Gli uffici tecnici hanno accertato che quella strada dove è accaduto il sinistro era stata asfaltata per intero, pochi mesi fa, e non ha la presenza di nessuna buca lungo l’intera carreggiata. Speculare per fini politici sulla vita di una ragazza, sul dolore di una famiglia a cui oggi possiamo stare vicino solo con le preghiere e senza disturbare la loro sensibilità è, per me che ho quattro figlie, una cosa che mi stravolge e mi indigna”. Chiosando: “Delinquente, non meriti di essere un uomo del Sud, chiedi subito scusa alla famiglia di questa ragazza e ai casertani”.

POST CARLO MARINO CONTRO LEGA-2

Parole forti, alle quali ha subito risposto l’europarlamentare della Lega Valentino Grant: “Caro Carlo, non entro nel merito della questione perché non sono a conoscenza dei fatti, non sta a me giudicare. Da primo cittadino, non ti fa onore definire un cittadino “delinquente iscritto alla Lega” non penso sia un buon esempio, anche davanti ad un’azione non condivisa. Il tuo messaggio, da primo cittadino, ha una valenza politica, una condanna ad un ragazzo soprattutto per la sua idea politica. Penso che in questo caso entrambi dovreste chiedere scusa alla famiglia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

Torna su
CasertaNews è in caricamento