Carabiniere investito dal treno, il ricordo dell'Arma: "Gli eroi son tutti giovani e belli"

Una citazione di Guccini come 'tributo' per Emanuele Reali, investito da un treno nel tentativo di catturare un ladro

Il vice brigadiere Emanuele Reali

“Gli eroi son tutti giovani e belli”. L’Arma dei Carabinieri usa le parole di ‘La locomotiva’ di Francesco Guccini per ricordare Emanuele Reali, il vice brigadiere di 34 anni, in forza al Nucleo radiomobile della Compagnia di Caserta, morto tragicamente ieri sera, travolto da un treno mentre cercava di inseguire un ladro nei pressi della stazione ferroviaria del capoluogo.

Residente a Bellona, sposato con Matilde e padre di due bambine di quattro e un anno, Emanuele Reali è scomparso compiendo un atto dal grande coraggio, sfidando il buio del binario della ferrovia per cercare di acciuffare un malvivente, probabilmente uno dei membri della banda che nella giornata di ieri aveva colpito nei pressi del parco ‘La Selva’ tra Caserta e San Nicola la Strada.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il vice brigadiere nel ricordo dell’Arma è “figlio di genitori che non è naturale siano destinati a sopravvivergli, marito di una donna a cui mancherà come l’aria, padre di due bimbe così piccole che a stento lo ricorderanno. La sua fine richiama alla mente ‘La locomotiva’ di Francesco Guccini, anche se è proprio un’altra storia. Ma c’è un verso di quella canzone che recita: “Gli eroi son tutti giovani e belli”. Era giovane il 34enne Emanuele Reali, quanto l’entusiasmo che lo ha spinto a rincorrere un reo senza preoccuparsi delle conseguenze, al buio lungo il binario di una ferrovia. Ed era bello quanto il suo atto coraggioso, unicamente dedito al dovere. Non avrà strade né piazze Emanuele Reali, perché è “solo” l’ennesima vittima di una guerra combattuta tutti i giorni, quella silenziosa contro il crimine. E perché, anche se qui lo scriviamo quattro volte, il suo nome a breve non lo ricorderà nessuno. Per noi però Emanuele Reali, Vice Brigadiere dei Carabinieri, sarà eternamente giovane e bello. Sarà per sempre un eroe”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Terremoto Lega, arriva Salvini e 2 sindaci mollano il partito

  • Salvini torna a Mondragone e stavolta trova sorrisi, mozzarelle e dolci: "Cacciare bulgari fuorilegge" | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento