rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Attualità Bellona

Ilside, dopo 8 anni si vede la luce. Il sindaco: "Bonifica completata entro giugno"

In dirittura d'arrivo anche il Puc. "La frazione Triflisco al centro di progetti di riqualificazione ambientale e urbanistica"

“La totale bonifica del sito di stoccaggio dei rifiuti dell’Ilside, ubicato in località Ferranzano a Bellona, terminerà tra maggio e giugno di quest’anno”. Ad annunciarlo è il sindaco Filippo Abbate che dal 2013 si sta interessando alla delicata vicenda.

L’INCENDIO

La fine del sito in località Ferranzano è stata decretata il 17 aprile del 2012. Il vasto rogo sviluppatosi all’interno dell’area utilizzata dall’Ilside per le attività di stoccaggio dei rifiuti, ne è stata la causa. I danni all’ambiente, derivanti appunto dall’incendio, hanno determinato una serie di problemi, soprattutto alla popolazione locale, che in più occasioni è ricorsa alla giustizia esponendo delle vertenze contro la società Ilside. Per fortuna però, seppur all’epoca dei fatti il danno (legato principalmente alla combustione della plastica) fu enorme, “i risultati ottenuti dalle indagini effettuate nel sito di stoccaggio – spiega il sindaco Abbate – hanno constatato che le matrici ambientali non sono mai state compromesse”.

Ilside Bellona

IL FINANZIAMENTO DALLA REGIONE

A seguito del dissequestro del sito di stoccaggio effettuato l’11 novembre 2013 dal Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Ivana Salvatore, e dopo il verbale dell’Arpac da cui emerse che successivamente all’incendio nulla era stato fatto dalla società Ilside per ripristinare le condizioni dell’area, addirittura aggravatesi, il sindaco di Bellona, Filippo Abbate, ritenne opportuno procedere d’ufficio e firmò un’ordinanza (numero 23 del 15 novembre 2013) per gli interventi immediati di bonifica dell’area. “Siamo riusciti a partire con la bonifica grazie all’ordinanza numero 23, sulla scorta della quale la Regione Campania ci ha attribuito un finanziamento di 2,5 milioni di euro – sottolinea il sindaco - Tante sono le lotte per la problematica dei rifiuti e dell’inquinamento ambientale, ma poi all’atto pratico pochissimi sono i Comuni che intervengono con opere di bonifica. Noi siamo uno dei pochi”.

IL PUC PER RILANCIARE TRIFLISCO

Intanto che i capannoni ed i piazzali del sito di stoccaggio in località Ferrenzano iniziano a svotarsi e le procedure di campionamento dei cumuli di rifiuti procedono spedite, le opere di messa in sicurezza e di riqualificazione sulle quali si sta concentrando l’amministrazione targata Filippo Abbate, non finiscono qui. “Abbiamo trasmesso, come richiesta fondi, tre progettualità di riqualificazione ambientale e urbanistica della frazione Triflisco – annuncia il primo cittadino - Il Puc,  in dirittura d’arrivo, vede al centro Triflisco che dovrà essere un volàno per l’intera città”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ilside, dopo 8 anni si vede la luce. Il sindaco: "Bonifica completata entro giugno"

CasertaNews è in caricamento