Sos ossigeno: mancano le bombole da ricaricare. Appello ai cittadini: "Restituitele"

La farmacia Ferreri lancia l'appello, ma il problema è comune in tutta la provincia

Parte dalla Farmacia Ferreri di Via Caduti sul Lavoro a Caserta l’appello a tutti i clienti a riconsegnare le bombole di ossigeno in disuso o vuote. Un problema, purtroppo, che sta investendo tutte le farmacie del Capoluogo. Succede troppo spesso, infatti, che i clienti richiedono bombole per averne disponibilità in caso di necessità, per poi depositarle per mesi in depositi o garage. In questo periodo, però, tale “mal costume” non può essere accettato: come già avvenuto nella prima fase del lockdown, la carenza di bombole di ossigeno mette in serie difficoltà la gestione delle emergenze: non avere bombole vuote, infatti, toglie la possibilità di effettuarne ricariche e rispettive distribuzioni. Ad oggi la situazione è ben più grave di quanto si possa pensare. L'emergenza che si sta espandendo a macchia d’olio per l’intera provincia e si spera pertanto nella massima collaborazione dei cittadini affinché si possa permettere a tutte le farmacie di aiutare chi ne ha bisogno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Vincita da 10mila euro: festa in ricevitoria

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Lutto a scuola, muore professoressa di 56 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento