rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Attualità

Lo sfogo del pizzaiolo: “10mila euro di bolletta per energia, gas e acqua”

Ristoratori nella stretta dei rincari: "Aumentano anche i pomodori. Quanto deve costare una pizza?"

Pizzerie strette nella morsa dei rincari. Non solo quello relativo all'energia ma anche per le materie prime. Un esempio fra tutti quello del prezzo dei pomodori. 

Fino ad oggi i ristoratori hanno cercato di calmierare i prezzi abbassando il margine di guadagno ma di questo passo diventa sempre più difficile resistere. "Quanto deve arrivare a costare una semplice margherita o marinara", si domanda il titolare della pizzeria Il Monfortino di Caserta che commenta i rincari che schiacciano sempre di più i commercianti. 

"Seimila euro di corrente, 3200 euro di gas, 1600 euro di acqua", sono alcune delle spese folli sostenute a cui si aggiunge appunto quello delle materie prime: "6 euro sui pomodori", rende noto il titolare della pizzeria di Centurano in uno sfogo sui social.

Una mazzata che arriva dopo due anni vissuti a singhiozzo tra aperture e chiusure. Ed ora con i rincari difficile restare aperti: "Hanno fatto sì che i piccoli chiudessero dopo tanti sacrifici fatti", commenta ancora il ristoratore.

Una situazione insostenibile: "ogni giorno combattiamo con i fornitori. Ad ogni scarico c'è un aumento nuovo. Non se ne può più sia per noi imprenditori ma anche per i nostri dipendenti è difficile vivere in queste condizioni", conclude. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo sfogo del pizzaiolo: “10mila euro di bolletta per energia, gas e acqua”

CasertaNews è in caricamento