rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità Gricignano di Aversa

La Regione stoppa l'incubo biodigestore

Dichiarata "non procedibile" l'istanza di Ambyenta. Dal comitato 'No biodigestore': "Attenzione alta, non è ancora finita"

L'incubo del biodigestore a Gricignano di Aversa si allontana. La lotta, alla fine, paga sempre. Le proteste, le richieste di informazioni, il pugno d'oro contro un nuovo impianto nella zona industriale potrebbero avere avuto un risultato positivo. Sì perché il Dipartimento Ambiente della Regione Campania ha ritenuto "non procedibile" l'istanza presentata da Ambyenta Campania. "Mancano i requisiti e non si può rilasciare il provvedimento di Autorizzazione integrata ambientale". Risultato? Rigettata l'istanza per ottenere il Paur – Provvedimento Autorizzatorio Unico Regionale, necessario per la realizzazione dell’impianto di produzione di biometano da Forsu nella zona industriale Asi “Aversa Nord”.

Oggi si sarebbe dovuta tenere anche una conferenza dei servizi che però la Regione ha annullato. Adesso bisogna attendere una decina di giorni per eventuali osservazioni da parte di 'Ambyenta'. 

In pratica uno dei requisiti mancanti è quello della titolarità dei suoli dove si sarebbe dovuto costruire l'impianto: la società proprietaria dei terreni ha infatti deciso di risolvere il contratto preliminare per alcune inadempienze, stroncando praticamente sul nascere ogni possibile insediamento.

“Finché non c’è definitiva certezza di una rinuncia e/o di un’irreversibile archiviazione della proposta, non bisogna mai abbassare la guardia – commenta l’avvocato Nicola Tessitore –. Non occorre fermarsi solo al presupposto del titolo di proprietà e/o ai profili tecnici e urbanistici, che potrebbero sempre variare, ma è necessario mettere davanti anzitutto e sempre le criticità sanitarie e ambientali. Attenti alle furbe tattiche del temporeggiare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione stoppa l'incubo biodigestore

CasertaNews è in caricamento