rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità

Incubo biodigestore: altri 45 giorni di dubbi. "E' il momento di dire no in Consiglio"

Giovine e Caserta Decide provano a stanare il sindaco: "Subito la discussione"

Lo Staff Tecnico Amministrativo Valutazioni Ambientali era chiamato a esprimere un parere sull’assoggettabilità a Valutazione Integrata Ambientale del Progetto di Biodigestore a Ponteselice, presentato dalla Giunta di Caserta. Alla dura risposta della Giunta al progetto voluto da Marino e De Luca, correlata dalla richiesta di ben sessantuno informazioni mancanti, il vicepresidente di OsservAzione Caserta ha dichiarato con soddisfazione: “In più riprese in questi mesi abbiamo messo agli atti le nostre obiezioni, segnalando i tanti punti inaccettabili del progetto, e fortunatamente sono stati tutti accolti dai tecnici della Regione. Un biodigestore da 40.000 tonnellate è di per sé un impianto di enorme impatto, farlo male e in mezzo alla popolazione è a dir poco scellerato. Questa debolezza progettuale è molto preoccupante, vista l’urgenza di attuare un Piano Rifiuti efficiente in Campania. Seppur riuscissero a rispondere alle sessantuno segnalazioni, non potranno evitare la VIA, giocandosi i 26 milioni del Bando Regionale”.

Anche la coordinatrice di Caserta Decide Sara Femiano sottolinea l’efficacia del lavoro svolto finora. "È un importante traguardo: il grande lavoro nostro e di tutte le associazioni e i Comitati con i quali stiamo unendo le forze sta dando i suoi frutti. Se abbiamo chiamato a raccolta Comitati, Sindaci, Curia e associazioni è proprio per questo. Continueremo a impegnarci per tenere le forze unite ed evitare di disperderle compromettendo l’obiettivo comune: la difesa della salute dei cittadini”.

È il consigliere comunale Raffaele Giovine a spiegare perché non c’è ancora da festeggiare la fine della lotta: “Inspiegabilmente, nonostante le innumerevoli lacune, il progetto non è stato ancora archiviato come avevamo chiesto, ma sono stati concessi altri 45 giorni al Comune per sostanzialmente rifare il progetto. Inoltre le ultime dichiarazioni di Bonavitacola prospettano la ricerca di altri fondi per poter riproporre a oltranza il progetto. Riteniamo che sia arrivato il momento di tenere un consiglio comunale monotematico per discutere politicamente della questione, indipendentemente dai dettagli tecnici: ribadiremo con forza il nostro no all’impianto”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incubo biodigestore: altri 45 giorni di dubbi. "E' il momento di dire no in Consiglio"

CasertaNews è in caricamento