rotate-mobile
Attualità Gricignano di Aversa

Biodigestore, nuova 'occupazione' della sala consiliare. "Andiamo in Regione"

L'appello al presidente Oliviero in vista del prossimo tavolo tecnico fissato il 10 gennaio

L’iniziativa di protesta era attesa e puntualmente è arrivata anche in occasione dell'ultimo consiglio comunale. Il comitato ‘No Biodigestore’ ha occupato nuovamente in modo simbolico la sala consiliare per far valere le proprie ragioni e per dare un ulteriore ‘avvertimento’ al sindaco Vincenzo Santagata affinché faccia tutto il possibile per evitare che questo maledetto biodigestore possa arrivare nella zona industriale di Gricignano di Aversa.

La lotta quindi continua con i rappresentanti del comitato, in massiccia presenza in Municipio, hanno fermato per alcuni minuti l’Assise chiedendo la parola al sindaco e alla presidente del consiglio comunale per proporre anche delle altre manifestazioni di ‘forza’ da portare anche in zona industriale e anche contro la Progest.

Nei giorni scorsi il primo cittadino aveva annunciato ai gricignanesi che nel frattempo la procedura per il biodigestore che vuole realizzare Ambyenta Campania sta continuando ad andare avanti. Dalla Regione Campania infatti è arrivata una nuova convocazione per il 2022. Santagata ha pubblicato l’intera comunicazione sui social dicendo che il prossimo passo ci sarà il 10 gennaio 2022 alle 10 in videoconferenza. Certamente prima di quella data ci saranno altre proteste e i gricignanesi stanno anche cercando di coinvolgere nel dibattito il consigliere regionele Gennaro Oliviero.

L’assemblea comunque poi è continuata e sono stati discussi i 4 punti all’ordine del giorno. C’è stata la ricognizione delle partecipato pubbliche dell’Ente gricignanese e poi la maggioranza ha ‘autorizzato’ un debito fuori bilancio e un prelevamento dal fondo di riserva di 6mila euro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biodigestore, nuova 'occupazione' della sala consiliare. "Andiamo in Regione"

CasertaNews è in caricamento