Sabato, 31 Luglio 2021
Attualità

Biodigestore nell'ex cava, Mariano: "Spreco di denaro in piena pandemia"

Mozione del consigliere di Fdi per ritirare l'affidamento dell'incarico al professionista

Stefano Mariano e Carlo Marino

Una mozione per far ritirare la determina con cui è stato assegnato l'incarico all'ingegnere Giuseppe Maria Grimaldi per uno studio preliminare per costruire il biodigestore, inizialmente previsto in località Ponteselice, a Cava Mastellone. E' questa la posizione del consigliere comunale di Fratelli d'Italia Stefano Mariano.

Mariano, in una nota, chiede al sindaco Carlo Marino ed al dirigente Franco Biondi spiegazioni "sull'inutile spreco di denaro pubblico per un progetto che sicuramente non verrà mai la luce". Per il consigliere "è riprovevole che il primo cittadino abbia deciso, con la complicità del dirigente, senza preventivamente consultare i rappresentanti politici" anche in considerazione del fatto che l'area interessata, tra i colli Tifatini, è stata "già in passato martoriata dall'attività estrattiva". 

A ciò si aggiunga la tempistica dell'ultimo incarico al professionista per lo studio di fattibilità, per circa 35mila euro oltre iva, "in piena pandemia, causata dal coronavirus, che sta distruggendo la nostra bella Nazione sia a livello sanitario che socio-economico". Per questo Mariano si domanda "con quale coscienza si possa mettere in atto l'ennesima ed inqualificabile azione da parte dell'amministrazione Marino a discapito dei casertani. Ancora una volta - conclude - si evidenzia la mancata volontà di voler tenere conto delle vere esigenze della cittadinanza". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biodigestore nell'ex cava, Mariano: "Spreco di denaro in piena pandemia"

CasertaNews è in caricamento