Biodigestore in una cava, mozione in Consiglio per fermare il progetto

La consigliera di Caserta nel Cuore Emilianna Credentino presenta la proposta con 3 colleghi: "Non capisco perché il sindaco immagini l'impianto a ridosso di un centro urbano densamente popolato"

La consigliera comunale Emilianna Credentino

“In piena emergenza sanitaria, anziché pensare alle sorti del Policlinico, facendosi valere in Regione, il sindaco di Caserta Carlo Marino, cambiando idea (per fortuna) su Ponteselice, immagina il biodigestore a ridosso di un centro urbano densamente popolato, già martoriato e costretto a subire per decenni l’ attività estrattiva delle cave”. Lo afferma in una nota la consigliera comunale di Caserta nel Cuore Emilianna Credentino che, insieme ai colleghi Alessio Dello Stritto, Nicola Garofalo e Massimiliano Marzo, ha presentato una mozione per chiedere l’annullamento della determina con la quale viene affidato l’incarico ad un ingegnere per verificare la possibilità di utilizzare un’altra area per la struttura per i rifiuti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Le cave - aggiunge la Credentino - devono tornare alla classificazione urbanistica precedente e cioè quella di aree agricole.  E’ impensabile realizzare in città un impianto in grado di smaltire 40mila tonnellate l’anno di frazione umida, laddove Caserta ne produce circa 8mila”. La consigliera spiega che col nuovo atto viene chiesta “la revoca immediata della determina dirigenziale numero 486 del 6 aprile 2020, e diffidiamo il sindaco a non compiere ulteriori passi in materia di pianificazione di impianti di trattamento dei rifiuti, che confermi la volontà di avere un parco urbano all’altezza dei Colli Tifatini. E, soprattuto, lo invitiamo a venire in aula per aggiornare i consiglieri comunali sui provvedimenti adottati e da adottare in materia di salute pubblica che è chiamato a tutelare nel pieno esercizio delle proprie funzioni, soprattutto in questa fase delicata. E speriamo che, invece di improvvisare incarichi spendendo soldi pubblici (della Regione), si interessi ed informi la città dello stato del Policlinico e del suo futuro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lieve aumento dei contagi nel casertano: ecco i comuni più colpiti della seconda ondata

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • Una settimana tra pioggia ed afa: ecco le previsioni nel casertano

  • Record di nuovi contagi nel casertano: mai così tanti in un giorno

  • Movida violenta a Caserta: 2 risse e 3 ragazzini feriti

  • Coronavirus, 26 nuovi casi certificati in 16 comuni casertani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento