rotate-mobile
Attualità

Biodigestore, pressing sull'assessore assente in Consiglio: "La convocheremo in audizione"

La 5 Stelle Mucherino sotto la lente. Del Gaudio: "Sua assenza in aula molto grave"

L’assenza nell’ultimo consiglio comunale dell’assessore Carmela Mucherino, nel giorno in cui si sarebbe dovuto discutere del progetto del biodigestore, ha lasciato una lunga scia di polemiche. La delegata del Movimento 5 Stelle, attraverso la “nuova” pagina Facebook, ha provato a rispedire al mittente le accuse: “Oggi più che mai dobbiamo evitare che un certo isterismo comunicativo leda gli interessi di Caserta e dei casertani” ha scritto. “La fase attuale, riguardo il Biodigestore, è molto delicata. Per questo chiedo ai casertani fiducia e pazienza".

Ma questo non è bastato per sopire le polemiche. “La sua assenza in consiglio comunale ha rappresentato un atto grave e non viene coperta dalla richiesta di rinvio presentata dal sindaco Carlo Marino” ha dichiarato l’ex sindaco Pio Del Gaudio. “Chiederò un’audizione dell’assessore in una riunione congiunta delle commissioni Bilancio, Ambiente ed Urbanistica per sapere cosa pensa l’assessore del biodigestore”. Il consigliere comunale di ‘CaserTiamo’ ha aggiunto: “L’assessore Mucherino ha una funzione politica importante in questo particolare momento storico, quindi è fondamentale sapere cosa pensa dell’impianto e che tipo di iniziative intende mettere in campo. Non è un tecnico, ma è l’espressione di un accordo politico che il sindaco ha fatto con una forza come il M5S che in provincia di Caserta conta su una decina di parlamentari. Il peso istituzionale della Mucherino è elevatissimo e, quindi, non può sottrarsi dalla responsabilità che il ruolo che ricopre le impone di avere rispetto alle forze consiliari e alla città”.

Del Gaudio ricorda che “in questa fase storica Caserta può contare anche sul peso di un vescovo come Monsignor Lagnese che ha fatto sentire forte la sua voce sulle questioni della città, dicendo nel caso specifico che non è assolutamente favorevole alla realizzazione del biodigestore davanti alla Reggia. Con una figura così forte e così chiara come monsignor Lagnese è ancor più necessario che non si giochi a nascondino e che tutti escano allo scoperto per il ruolo politico ed istituzionale che hanno. Lunedì protocollerò la mia rischiesta di audizione sperando che l’assessore raccolga ad horas l’invito mio, di CasertaTu rappresentata dal collega Roberto Desiderio in consiglio e di tutto il cartello civico di Città Futura che mi ha sostenuto alle ultime comunal”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biodigestore, pressing sull'assessore assente in Consiglio: "La convocheremo in audizione"

CasertaNews è in caricamento