rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Attualità Sant'Arpino

"Bilancio da annullare", il futuro della maggioranza nelle mani del Tar

I consiglieri comunali di opposizione si dicono "sicuri" della vittoria dinanzi al giudice amministrativo

Emetterà sentenza nei prossimi giorni il tribunale amministrativo regionale per i ricorsi presentati sul bilancio dai consiglieri di opposizione. Il Tar, infatti, non si è pronunciato mercoledì sull’istanza cautelare legata all’iter dei ricorsi sul bilancio poiché deciderà direttamente nel merito della procedura burocratica avviata per le presunte irregolarità che avrebbero interessato l’iter di approvazione in consiglio comunale del bilancio di previsione e dei rendiconti.

Il Tar ha 45 giorni per emettere la sentenza che, quindi, dovrà arrivare entro i primi giorni di giugno ma, stando a voci di corridoio molto insistenti dovrebbe esprimersi a stretto giro (si presume entro dieci giorni) dando ragione al ricorrente (l’opposizione) o al resistente (l’amministrazione comunale).

Per quanto riguarda l’iter giudiziario, si tratta di tre procedure diverse, due per i due rendiconti e uno per il bilancio. I ricorsi si basano principalmente il mancato rispetto delle tempistiche. I provvedimenti in questione sono stati approvati il 30 dicembre ma l’amministrazione, secondo i cinque consiglieri di minoranza, non avrebbe rispettato i termini stabiliti dalla legge: centoventi giorni a partire dal trenta agosto, giorno in cui è stato notificato a Palazzo Ducale il bilancio stabilmente riequilibrato dalla Prefettura.

C’è da sottolineare che, stando ai rumors che circolano molto insistentemente, in maggioranza si dicono abbastanza tranquilli, soprattutto dopo la decisione del Tar di esprimersi direttamente nel merito, mentre in minoranza sono convinti di vincere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bilancio da annullare", il futuro della maggioranza nelle mani del Tar

CasertaNews è in caricamento