rotate-mobile
Attualità Mondragone

Dalle Cementare all’Oasi Park, cittadini all’opera per rimuovere i rifiuti

A Mondragone, bikers in azione: ecco gli appuntamenti

Restituire bellezza alle aree del territorio deturpate dall’azione umana attraverso l’abbandono dei rifiuti. E’ con questo obiettivo che il Team ‘A Bombazza del fan club Roberto Fabbri (campione del mondo di e- bike cross) guidato da Mario Rodriguez ha dato il via a una serie di iniziative civiche a Mondragone.

L’ appuntamento più recente è stato quello della scorsa domenica con un raduno organizzato nella località delle Cementare, insieme ad un team di Acerra aperto a chi coltiva la passione della mountain bike e capitanato da Giuseppe Piscopo. I due gruppi, insieme a tanti cittadini di buona volontà, si sono rimboccati le maniche per rimuovere i rifiuti abbandonati in un’area mondragonese dove prima c’era una cava.

Carcasse di auto, frigoriferi, materassi, flaconi di pesticidi, materiali plastici di varia natura sono stati prelevati e stoccati in un unico punto di raccolta per essere poi destinati al corretto smaltimento. Ripulendo l’area, sono stati resi percorribili anche alcuni sentieri precedentemente preclusi ai cittadini.

“Un risultato entusiasmante che ci spinge a porci nuovi obiettivi – commenta Rodriguez – puntando sulla partecipazione sempre più ampia di cittadini che vogliono valorizzare la propria terra”.

Rodriguez, il cui team ha ridato nuova vita al monte Petrino, oggi meta di escursionisti che hanno la possibilità di accedere a un punto panoramico di straordinaria bellezza, annuncia una nuova iniziativa ambientalista per domenica 23 gennaio.

L’ appuntamento, che rientra nelle attività del movimento Plastic free, è alle 9.30 presso l’Oasi Park dell’ex stabilimento Cirio in collaborazione con l’associazione Terra mia, l’associazione Black Dragons – Casa del Motociclista e il gruppo comunale di Protezione civile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle Cementare all’Oasi Park, cittadini all’opera per rimuovere i rifiuti

CasertaNews è in caricamento