rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Attualità Santa Maria Capua Vetere

Niente bevande al banco dopo le 23, Mirra 'stringe' l'ordinanza di De Luca

Vietata la vendita take away di alcolici ed analcolici anche in ristoranti, pub e pizzerie

Obbligo di servizio al tavolo dopo le 23 per bar e ristoranti. E' questo il senso dell'ordinanza del sindaco di Santa Maria Capua Vetere Antonio Mirra con la quale è stata disposta la sospensione della vendita al banco o con asporto per tutti i locali che, di fatto, non vengono colpiti dall'ordinanza di Vincenzo De Luca

Secondo quanto fanno sapere dal Comune, "fino al 2 giugno 2020, fatta salva l’adozione di ulteriori provvedimenti regionali in conseguenza dell’evoluzione della situazione epidemiologica, dalle ore 23 è vietata l’attività di vendita al banco e/o da asporto di qualsiasi tipo di bevanda alcolica o analcolica (esclusa l’acqua) per gli esercizi pubblici di ristorazione per i quali non vige il limite orario ma solo l’obbligo di servizio al tavolo dopo tale orario".

Confermato l'obbligo di chiusura alle 23 per bar, baretti, vinerie, gelaterie, pasticcerie, chioschi ed esercizi di somministrazione ambulante come già regolamentato dal provvedimento regionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente bevande al banco dopo le 23, Mirra 'stringe' l'ordinanza di De Luca

CasertaNews è in caricamento