Attualità

‘Incompatibile’ per valutare il Belvedere, revocato incarico

Il dirigente Biondi affida la perizia ad un nuovo professionista

Il Complesso monumentale del Belvedere di San Leucio

'Incompatibile' per valutare il Belvedere di San Leucio. E' stato revocato l'incarico professionale a Giuseppe Balbi, che avrebbe dovuto redarre una perizia di stima e di valore di alcuni spazi del Complesso monumentale da concedere in comodato d’uso alla Fondazione “Real Sito del Belvedere di San Leucio”. Lo si apprende da una determina firmata martedì scorso dal dirigente comunale del settore Risorse Umane, Francesco Biondi.

Quest'ultimo aveva affidato l'incarico a Balbi mediante una determina firmata il 15 aprile di quest'anno, ma si è visto costretto a procedere alla revoca dopo aver consultato il vigente regolamento del nucleo di valutazione. Secondo l'articolo 4 di tale regolamento, infatti, “non possono, altresì, far parte del nucleo di valutazione i soggetti che si trovino in altre situazioni di incompatibilità". Inoltre “i componenti degli organi di revisione contabile non possono assumere incarichi o consulenze presso l’ente locale o presso organismi o istituzioni dipendenti o comunque sottoposti al controllo o vigilanza dello stesso”.

Circostanze che sussistono e che hanno indotto il dirigente Biondi al 'dietrofront'. L'incarico è stato ora affidato ad Alberto Iodice, 58enne di Casagiove, al quale l'Ente pagherà lo stesso compenso (2500 euro) che avrebbe dovuto percepire Balbi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

‘Incompatibile’ per valutare il Belvedere, revocato incarico

CasertaNews è in caricamento