La Provincia ha un nuovo garante dei detenuti: Magliocca firma il decreto

La scelta è caduta su Emanuela Belcuore

Il presidente della Provincia di Caserta Giorgio Magliocca ha firmato il decreto presidenziale 12 col quale è stata designata, all’esito di un avviso pubblico, la dottoressa Emanuela Belcuore, quale Garante dei diritti delle persone detenute e private della libertà personale della Provincia di Caserta. 

“Il Garante dei diritti delle persone detenute e private della libertà è una figura importante per l’intera comunità provinciale – ha dichiarato il Presidente della Provincia, Giorgio Magliocca – in quanto svolge una funzione di presidio, di garanzia su tutte le forme di privazione della libertà, garantendo nel contempo che sia osservata scrupolosamente la normativa vigente, salvaguardando sempre e comunque la tutela della dignità della persona umana. Alla dottoressa Belcuore formulo i migliori auguri di un buon lavoro, sicuro che saprà svolgere con competenza il suo delicato ruolo nel campo dei diritti umani, delle connesse tematiche sociali, con particolare sensibilità per le quelle relative alle persone temporaneamente private della libertà. È un ulteriore passo in avanti – ha concluso Magliocca – per la comunità di Terra di Lavoro”.

Sul piano storico, la figura del garante fu istituita per la prima volta in Svezia nel 1809, con il compito principale di vigilare sull’applicazione delle leggi e dei regolamenti da parte dei giudici e degli ufficiali. Nella seconda metà dell’Ottocento si è trasformato in un organo di controllo della pubblica amministrazione e di difesa del cittadino contro ogni abuso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento