Clima d'odio dopo gli abusi in confraternita, il parroco: "Con la violenza non si ottiene giustizia"

Don Ventrone prova a placare gli animi dopo l'incendio appiccato al portone di casa del 67enne arrestato

Don Carmine Ventrone, sacerdote della parrocchia Santa Maria Assunta di Recale

“Capisco l'indignazione ma non è con la violenza che si ottiene giustizia”. Usa questa parole don Carmine Ventrone, sacerdote della parrocchia Santa Maria Assunta di Recale, per cercare di frenare il clima pesantissimo che si è venuto a creare in città dopo l’emergere del caso di violenza sessuale avvenuta nella confraternita ai danni di una bambina di 8 anni.  

Don Carmine si appella a fedeli e cittadini, chiedendo di lasciare alla magistratura il compito di “fare chiarezza e giustizia su ciò che è avvenuto il 15 agosto scorso”, giorno in cui il 67enne arrestato ieri avrebbe palpeggiato la vittima.

“Vi chiedo – scrive il parroco - di non esasperare una situazione che già di per sé è difficile da comprendere e accettare. Vi ricordo che in questo momento sono due le famiglie che stanno vivendo una situazione difficile e che non avrebbero mai voluto vivere”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sacerdote interviene quindi sul raid di questa notte contro l’abitazione del 67enne arrestato, dove ignoti hanno dato fuoco al portone di ingresso: “Condanno l'atto di violenza nei confronti della minore ma altrettanto condanno l'atto compiuto contro l'abitazione della famiglia con l'incendio del portone di casa. Mi appello al vostro buon senso... no alla giustizia "fai da te". Manteniamo la calma e, ripeto, lasciamo che sia la magistratura a fare chiarezza su ciò che è avvenuto. Nel frattempo sia la preghiera il mezzo per sostenere la minore e la sua famiglia. Dimostriamo di essere comunità capace di farsi carico di una situazione sofferente e difficile da dimenticare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse in Campania fino al 30 ottobre per il coronavirus

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Nuovo record di contagi nel casertano: 135 casi in un giorno

  • Il Covid colpisce ancora: 187 nuovi positivi nel casertano

  • Doppiato il record di contagi: 284 casi e 2 decessi nel casertano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento