menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La piccola Jennifer a scuola senza assistenza, i genitori a Casertanews: "I suoi diritti calpestati"

C'è solo una collaboratrice scolastica che l'aiuta, ma quando si assenta iniziano i problemi. Fabiano e Maria Rosaria: "Facciamo i salti mortali per garantirgli un'istruzione come gli altri"

“Ma i bambini disabili non possono andare a scuola se manca loro l'assistenza materiale? E perché non lo spiegano ai genitori?”. Con cruda amarezza sono gli interrogativi che si pongono Fabiano e Maria Rosaria, genitori della piccola Jennifer, una bambina di poco più di 3 anni, affetta dalla sindrome di Down. La piccola frequenta il Complesso Occidentale Scuola Materna di Castel Volturno dove manca l'assistenza materiale per i bambini affetti da patologie cognitive o psicomotrici. 

Al momento dell’iscrizione, raccontano i genitori, avrebbero avuto rassicurazioni che sarebbero stati stanziati i fondi necessari per garantire l'assistenza alla piccolina. Dato che lo stanziamento auspicato non é ancora in dirittura d'arrivo, la sensibilità di una collaboratrice scolastica é stata l'ancora di salvezza per Fabiano e Maria Rosaria. La signora Carmela, infatti, si é offerta di provvedere all'assistenza della piccola Jennifer, cambiandola all’occorrenza, consentendole di integrarsi con gli altri piccoli alunni. Questo precario equilibrio é stato interrotto dall'assenza della collaboratrice scolastica per via di un'influenza. Non c'é nessuno che si occupi di Jennifer nei suoi bisogni. 

“Mia figlia é rimasta per ore senza il cambio del pannolino ed il giorno dopo si é svegliata con  rossori, bollicine e pruriti - spiega la mamma della piccola a Casertanews - io e mio marito ci alterniamo per correre a scuola e cambiare nostra figlia macinando chilometri e facendo i salti mortali per raggiungere la scuola ad ogni chiamata della direzione”.  

Continui i rimbalzi a cui si sono sottoposti Fabiano e Maria Rosaria tra la direzione scolastica e l'amministrazione comunale di Castel Volturno. La problematica della mancata erogazione dell'assistenza materiale ruota intorno alla carenza di fondi. “Vorremmo solo che nostra figlia avesse un’istruzione come gli altri bambini. Invece quando non riusciamo a precipitarci a scuola, nostra figlia é costretta ad assentarsi - sottolineano con rammarico i genitori di Jennifer - Perché siamo così discriminati?”. Nel loro calvario che dura da quasi un anno, Fabiano e Maria Rosaria sperano che la loro unica figlia abbia il diritto di essere un'alunna a cui vengano riconosciuti pari dignità degli altri bambini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento