rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità Frignano

Finestre e bagni rotti a scuola, opposizione su tutte le furie

"Riteniamo inaccettabile che l’amministrazione comunale sia a conoscenza di queste criticità da maggio e non abbia intrapreso alcun intervento fino al 13 settembre"

Finestre e bagni rotti nella scuola ‘Tozzi’ di Frignano, l’opposizione su tutte le furie.  L’edificio di piazza Mazzini ospita le sezioni delle medie e le classi dell’infanzia. Nei mesi scorsi la dirigente scolastica aveva segnalato all’ufficio Tecnico del Comune diverse problematiche, riscontrate anche da un apposito sopralluogo.

Come evidenziato nella relazione tecnica “emerge la necessità di una revisione dei servizi igienici, essendo alcuni bagni malfunzionanti. Durante il sopralluogo si è potuto rilevare che quasi tutti i telai degli infissi esterni oscillano vistosamente ogni qualvolta si aprono e si chiudono le ante. E’ stato inoltre riferito, dal personale scolastico presente al sopralluogo, che si sono verificati alcuni episodi di rottura delle cerniere superiori delle finestre in fase di apertura con conseguente esposizione a grave rischio di ferimento di persone a seguito del ribaltamento dell’anta verso queste ultime. Registrate anche infiltrazioni con vistose macchie di muffa e distaccamento della tinteggiatura”.

La questione è diventata, ovviamente, anche politica. I consiglieri di opposizione Aldo Simonelli, Giovanna Alidorante, Vincenzo Mastroianni e Vincenzo Natale, non essendo ancora stati effettuati gli interventi necessari per sistemare la scuola, hanno presentato un’interrogazione consiliare per chiedere interventi urgenti.

“Riteniamo inaccettabile che l’amministrazione comunale sia a conoscenza di queste criticità sin dal mese di maggio e, nonostante ciò, non abbia intrapreso alcun intervento fino al 13 settembre. È ancor più grave che tutti gli studenti, a partire dai più piccoli della materna, ed il personale scolastico debbano stare in aule caldissime che ostacolano il corretto svolgimento delle attività didattiche”, dichiarano Simonelli ed Alidorante. “Ancora una volta – concludono - ci troviamo di fronte a un’amministrazione irresponsabile ed incompetente. Bisogna fare presto. Non si tratta di politica, ma di umanità”, hanno riferito Simonelli e Alidorante dopo essere stati ricevuti dalla Dirigente Scolastica, dottoressa Gabriella Clemente:

 Le richieste sono indirizzate al sindaco Lucio Santarpia, all’assessore al ramo e al responsabile dell’ufficio Tecnico “di attuare le giuste ed idonee procedure nell’affidare ad una ditta del settore specializzato la sistemazione di determinate finestre, annesse maniglie e ferramenta, nonché di garantirne l’effettiva manutenzione ordinaria affinché venga ripristinata la regolare apertura delle finestre e di adottare un piano di manutenzione ordinaria degli ascensori, in quanto, l’attuale inefficienza rappresenta un presupposto invalidante ed una barriera architettonica per i soggetti interessati a disabilità o infortunio che ne provoca un pregiudizio fisico e motorio di natura temporanea”.

Dal canto suo la maggioranza, nelle ultime ore, ha approvato un apposito progetto di manutenzione della struttura per risolvere le criticità segnalate, un’operazione da quasi 40mila euro. Nei prossimi giorni i lavori saranno affidati ad una ditta del settore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finestre e bagni rotti a scuola, opposizione su tutte le furie

CasertaNews è in caricamento